5 maggio 1936, la guerra è finita. L’Etiopia è italiana

Rifacendosi agli albori dell’impero romano e mosso alla volontà di non rimanere indietro rispetto alle nazioni europee più sviluppate, Mussolini decise di allargare il colonialismo italiano, che in passato aveva dato come frutto il controllo della Libia, della Somalia e dell’Eritrea. Si decise quindi di estendere l’influenza italiana in Etiopia, rimasta uno stato indipendente, governato… Read More 5 maggio 1936, la guerra è finita. L’Etiopia è italiana

Il saluto del Generale Cesi agli alpini della Pusteria di ritorno dalla guerra d’Abissinia

Il 12 aprile 1937 la 5ª Divisione alpina “Pusteria” sbarcava a Napoli, di ritorno dalla vittoriosa campagna d’Etiopia culminata con la proclamazione dell’Impero, dopo l’ingresso delle truppe italiane in Addis Abeba il 5 maggio del 1936. Il giorno successivo sfilò al completo , trionfalmente per le vie della capitale. Al rimpatrio il Capo del Governo inviò… Read More Il saluto del Generale Cesi agli alpini della Pusteria di ritorno dalla guerra d’Abissinia

19 febbraio 1937, attentato al Vicerè

«La prima bomba, lanciata sul davanti, ebbe troppo alto percorso e cadde sulla pensilina. Mi balenò in mente che si trattasse di fochi di fantasia che dovessero accompagnare la cerimonia; e dentro di me biasimavo l’ufficio politico per non avermene data notizia. La seconda bomba, anch’essa troppo alta, colpì lo spigolo della pensilina sollevando del… Read More 19 febbraio 1937, attentato al Vicerè

Eritrea 12 febbraio 1936, il massacro del cantiere di Gondrand

Nei giorni in cui si svolgeva la battaglia dell’Amba Aradam nell’ambito della campagna italiana che portò alla conquista dell’Etiopia, 200 chilometri circa più a nord, nei territori appena conquistati si consumava l’eccidio del cantiere di Gondrand. Erano l’alba del 13 febbraio 1936, e 5 circa quando un centinaio, secondo altre fonti molto di più, di… Read More Eritrea 12 febbraio 1936, il massacro del cantiere di Gondrand

In Abissina inizia la battaglia dell’Amba Aradam

Nella notte fra il 2 e il 3 ottobre 193 il generale Emilio De Bono, senza che vi fosse stata una formale dichiarazione di guerra, ordinò a tre corpi d’armata, precedentemente ammassati lungo le sponde del Mareb e del Belesa, di superare i corsi d’acqua e iniziare l’avanzata verso la linea Adigrat-Enticciò-Adua. Era l’inizio della guerra d’Etiopia detta anche guerra… Read More In Abissina inizia la battaglia dell’Amba Aradam

L’attacco al forte di Saati in Eritrea

Nel 1885 l’Italia occupò il porto eritreo di Massaua, allora in mano egiziana, e ne fece una base per una successiva espansione nell’entroterra. Inevitabilmente gli interessi italiani andarono a scontrarsi con quelli del confinante Impero etiope che da tempo mirava ad uno sbocco sul mar Rosso. Al contrario delle altre potenze europee, il Regno d’Italia intraprese… Read More L’attacco al forte di Saati in Eritrea

Padre Reginaldo Giuliani cappellano delle Camicie Nere

Il 21 gennaio del 1936 moriva durante la battaglia di Passo Uarieu, durante la campagna che portò alla conquista dell’Abissinia e alla proclamazione dell’Impero, il centurione padre Reginaldo Giuliani, cappellano del Primo Gruppo Battaglioni Camicie Nere d’Eritrea. La battaglia di Passo Uarieu che vide la vittoria delle armate italiane, venne combattuta dal 21 al 24 gennaio… Read More Padre Reginaldo Giuliani cappellano delle Camicie Nere

Le tre medaglie d’oro di Antonio Locatelli

Il maggiore pilota Antonio Locatelli è l’unico militare italiano decorato con tre Medaglie d’Oro al Valor Militare, l’ultima delle quali alla memoria. Sul suo petto, oltre a due medaglie d’oro, nel momento della sua morte risultavano appuntate anche tre medaglie d’argento. Una medaglia d’oro gli venne assegnata durante la campagna d’Etipia le altre quattro tute… Read More Le tre medaglie d’oro di Antonio Locatelli

Arbegnuoc, i patrioti etiopi

Arbegnuoc (“patriota”) è la denominazione assunta dai combattenti etiopici che dopo la fine ufficiale della guerra d’Etiopia (maggio 1936) e l’esilio del Negus Hailé Selassié, continuarono a combattere contro l’esercito italiano per opporsi all’occupazione italiana e alla perdita dell’indipendenza. Gli arbegnuoc nella loro lotta contro le truppe nazionali e coloniali italiane, dovettero adottare tattiche nuove… Read More Arbegnuoc, i patrioti etiopi

2 ottobre 1935 “la chiamata alla armi” Mussolini annuncia la guerra contro l’Abissinia

Camicie nere della rivoluzione! Uomini e donne di tutta Italia! Italiani sparsi nel mondo, oltre i monti e oltre i mari! Ascoltate! Un’ora solenne sta per scoccare nella storia della patria. Venti milioni di uomini occupano in questo momento le piazze di tutta Italia. Mai si vide nella storia del genere umano, spettacolo più gigantesco.… Read More 2 ottobre 1935 “la chiamata alla armi” Mussolini annuncia la guerra contro l’Abissinia