27 marzo 1941, Africa Orientale Italiana cessa la resistenza a Cheren

«Cheren si sta dimostrando una noce dura da schiacciare, il nemico ci sta contrattaccando ferocemente e ripetutamente e, anche se le sue perdite sono state eccessivamente pesanti, non vi sono segni immediati di cedimenti.» (Comunicazione del generale Archibald Wavell a Winston Churchill) Il 27 marzo del 1941 dopo quasi due mesi della durissima battaglia iniziata… Read More 27 marzo 1941, Africa Orientale Italiana cessa la resistenza a Cheren

Colonnello, non voglio il pane, dammi il piombo pel mio moschetto!

Il 21 marzo 1941, il presidio italiano dell’oasi di Giarabub si arrende dopo nove mesi si strenua resistenza, L’oasi libica a circa 320 km a sud di Bardia e 65 km dal confine con l’Egitto, è presidiata da circa  1 350 soldati italiani e 750-800 soldati libici, in quattro compagnie di guardie di frontiera, cinque… Read More Colonnello, non voglio il pane, dammi il piombo pel mio moschetto!

La resa dell’oasi di Cufra e il giuramento delle truppe della Francia libera

Dopo la resa della Francia nel giugno 1940, il suo territorio venne diviso fra le potenze vincitrici, con una vasta zona di occupazione germanica e una alquanto ridotta assegnata all’Italia, mentre nel resto del territorio, venne costituitto un regime collaborazionista, ufficialmente chiamato “Stato francese” ma noto con il nome di Francia di Vichy, dalla località… Read More La resa dell’oasi di Cufra e il giuramento delle truppe della Francia libera

L’attacco al forte di Saati in Eritrea

Nel 1885 l’Italia occupò il porto eritreo di Massaua, allora in mano egiziana, e ne fece una base per una successiva espansione nell’entroterra. Inevitabilmente gli interessi italiani andarono a scontrarsi con quelli del confinante Impero etiope che da tempo mirava ad uno sbocco sul mar Rosso. Al contrario delle altre potenze europee, il Regno d’Italia intraprese… Read More L’attacco al forte di Saati in Eritrea

La morte del generale Pietro Maletti

Pietro Maletti nasce a Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova il 24 maggio del 1880.  Nel 1898 entrò volontario nell’esercito e nel 1904 venne ammesso all’Accademia militare di Modena, uscendone sottotenente nel 1906. Destinato al 12° reggimento bersaglieri, nel 1909 dopo venne promosso tenente e nel 1914 capitano. Partecipò alla prima guerra mondiale nel… Read More La morte del generale Pietro Maletti

L’epica resistenza italiana sulla sella di Culqualber

Il bollettino n° 539  del Quartier Generale delle Forze Armate del 23 novembre 1941 così riportava la notizia della caduta del presidio di Culqualber_Fercaber, arresosi alle forze britanniche dopo un erpica resistenza, protrattasi dal 6 agosto al 21 novembre 1941: «…gli indomiti reparti di Culqualber-Fercaber, dopo aver continuato a combattere anche con le baionette e… Read More L’epica resistenza italiana sulla sella di Culqualber

Arbegnuoc, i patrioti etiopi

Arbegnuoc (“patriota”) è la denominazione assunta dai combattenti etiopici che dopo la fine ufficiale della guerra d’Etiopia (maggio 1936) e l’esilio del Negus Hailé Selassié, continuarono a combattere contro l’esercito italiano per opporsi all’occupazione italiana e alla perdita dell’indipendenza. Gli arbegnuoc nella loro lotta contro le truppe nazionali e coloniali italiane, dovettero adottare tattiche nuove… Read More Arbegnuoc, i patrioti etiopi

A.O.I. 1941, la prima medaglia d’oro a un soldato coloniale

La medaglia d’oro al valor militare alla memoria concessa nell’ottobre del 1941, al muntaz (caporale) Unatù Endisciau del LXXIX battaglione coloniale, classe 1917,  fu la prima conferita ad un soldato coloniale. Durante la Battaglia di Culqualber, episodio della Campagna dell’Africa Orientale Italiana, dopo la caduta del ridotto di Debre Tabor il 6 luglio del 1941, egli… Read More A.O.I. 1941, la prima medaglia d’oro a un soldato coloniale

Africa Orientale Italiana si arrende il presidio di Uolchefit

Il 28 settembre del 1941 si arrendeva dopo strenua resistenza, il presidio italiano di Uolchefit in Etiopia. L’episodio va inquadrato nell’ultima battaglia, nota come battaglia di Gondar, nella regione dell’Amhara combattuta dal 10 maggio al 30 novembre 1941, fra gli schieramenti italiani e anglo-abissini. Di fronte alla travolgente Controffensiva britannica in Africa Orientale Italiana il… Read More Africa Orientale Italiana si arrende il presidio di Uolchefit