Stragi naziste; 19 maggio 1944 l’eccidio del Turchino

Il 19 maggio del 1944, esattamente 75 anni fa si consumava una delle numerose stragi compiute dalle forze armate germaniche in Italia. Quella che andiamo a raccontare oggi, si svolge come altre in Liguria e segue di poche settimane la strage delle Benedicta,  avvenuta tra il 6 aprile e l’11 aprile 1944. In quei giorni… Read More Stragi naziste; 19 maggio 1944 l’eccidio del Turchino

L’ultima raffica di Salò, la morte di Alessandro Pavolini

Siamo nei ultimi tragici giorni della seconda guerra mondiale, il 25 aprile il Comitato di Liberazione Nazionale ha emanato l’ordine di insurrezione generale, la Repubblica Sociale è praticamente crollata i tedeschi pensano a ritirarsi verso la Germania. Dopo il fallimento delle trattative di resa con il CLN, Mussolini, dopo una riunione al palazzo della Prefettura a… Read More L’ultima raffica di Salò, la morte di Alessandro Pavolini

Il rastrellamento e la strage della Benedicta

Sull’Appennino Ligure, tra Genova e Alessandria nella primavera del 1944, operavano due brigate partigiane, la Brigata Autonoma Alessandria e la 3ª Brigata Garibaldi Liguria, comandata dal capitano degli alpini Edmondo Tosi. Le brigate Garibaldi erano composte da giovani male armati, ma intenzionati a combattere le truppe tedesche e fasciste e a rifiutare l’obbligo di entrare… Read More Il rastrellamento e la strage della Benedicta

Massacro alle fosse Ardeatine, la risposta tedesca all’attentato di via Rasella

Nel nostro post di ieri abbiamo analizzato come a seguito dell’ordine impartito da Giorgio Amendola, i G.A.P. i Gruppi di Azione Patriottica compirono un attentato contro le truppe tedesche causando la morte di 33 militari della Ordnungspolizei, la polizia d’ordine germanica. I militari appartenevano al “Bozen che comprendeva personale reclutato nell’Alto Adige nell’autunno 1943, durante… Read More Massacro alle fosse Ardeatine, la risposta tedesca all’attentato di via Rasella

Il CLNAI rappresentante nel territorio occupato dal nemico

Il 26 dicembre del 1944 il governo di Roma riconosce il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia, abbreviato comunemente in CLNAI o CLN Alta Italia, quale proprio rappresentante nel territorio occupato dal nemico. Il CLNAI accetta di agire a tal fine come delegato del governo italiano. Il CLNAI venne fondato ufficialmente il 7 febbraio del… Read More Il CLNAI rappresentante nel territorio occupato dal nemico

“Sparate pure, non temo la morte” Il sacrificio del carabiniere Filippo Bonavitacola

Nato a Montella provincia di Avellino nel 1914, Filippo Bonavitacola, prestò servizio di leva nel 68° reggimento fanteria dall’8 aprile 1935 al 1° ottobre 1936. Richiamato il 14 gennaio 1939 partecipò alle operazioni militari in Spagna col 1° reggimento d’assalto Littorio dal 29 gennaio al 13 giugno dello stesso anno, quando fu rimpatriato e congedato. All’entrata… Read More “Sparate pure, non temo la morte” Il sacrificio del carabiniere Filippo Bonavitacola

Bologna 7 novembre 1944 – la battaglia di Porta Lame

Nel settembre-ottobre 1943 il PCI organizzò a Bologna città alcuni gruppi armati per attentati contro gerarchi del rinato partito fascista e comandi tedeschi, oltre che luoghi di ritrovo dei militari nazifascisti. Nel marzo del 1944, con la riorganizzazione di questi gruppi, fu costituita la 7ª brigata GAP Garibaldi, che assunse il nome di Gianni, dopo… Read More Bologna 7 novembre 1944 – la battaglia di Porta Lame

Il Colonnello Carlo Croce, e il gruppo “Cinque giornate”

Carlo Croce nasce a Milano il 15 aprile 1892, si arruola nel Regio Esercito, come soldato di leva, nel Distretto di Milano, dal quale viene congedato il 4 giugno 1912, ma subito richiamato in servizio attivo il 5 agosto dello stesso anno., ed assegnato al 5º Reggimento bersaglieri. Promosso caporale, fece carriera rapidamente, promosso caporale… Read More Il Colonnello Carlo Croce, e il gruppo “Cinque giornate”

I COSACCHI IN ITALIA Parte II la sconfitta del Reich e il tradimento alleato

L’immagine in evidenza del presente post rappresenta il quadro di S.G. Korolkoff  denominato“Il tradimento dei cosacchi a Lienz”, e nel post odierno, seconda e ultima parte della storia dei cosacchi in Italia, spiegheremo come fini la tragica permanenza dei cosacchi nel cosiddetto Kosakerland, la zona in Carnia che i nazisti avevano promesso ai cosacchi dopo… Read More I COSACCHI IN ITALIA Parte II la sconfitta del Reich e il tradimento alleato