«Sono stato a Stalingrado e non avrei mai pensato di poter attraversare qualcosa di peggio»

Sono le 23 esatte dell’11 maggio di 75 anni fa, quando circa 2.000 cannoni alleati aprono contemporaneamente il fuoco su una linea che va dai monti a est di Cassino fino al mare martellando le difese tedesche del settore. Alle 23.45 partono all’attacco le fanterie. E’ l’inizio della battaglia decisiva per la conquista di Cassino e… Read More «Sono stato a Stalingrado e non avrei mai pensato di poter attraversare qualcosa di peggio»

Massacro alle fosse Ardeatine, la risposta tedesca all’attentato di via Rasella

Nel nostro post di ieri abbiamo analizzato come a seguito dell’ordine impartito da Giorgio Amendola, i G.A.P. i Gruppi di Azione Patriottica compirono un attentato contro le truppe tedesche causando la morte di 33 militari della Ordnungspolizei, la polizia d’ordine germanica. I militari appartenevano al “Bozen che comprendeva personale reclutato nell’Alto Adige nell’autunno 1943, durante… Read More Massacro alle fosse Ardeatine, la risposta tedesca all’attentato di via Rasella

Il C.S.T. il Corpo di Sicurezza Trentino

L’8 settembre del 1943, veniva reso pubblico l’armistizio fra il Regno d’Italia e le potenze alleate, firmato il precedente 3 settembre a Cassibile in provincia di Siracusa. I tedeschi che avevano previsto la cosa dettero alle varie fasi del piano d’invasione del territorio italiano non ancora raggiunto dalle forze alleate. Per vicinanza geografica il Trentino… Read More Il C.S.T. il Corpo di Sicurezza Trentino

“Operazione Wintergewitter” le Ardenne italiane

L”Operazione Wintergewitter in italiano tempesta invernale, chiamata anche offensiva di Natale o battaglia della Garfagnana fu l’ultima offensiva italo-tedesca nel corso del secondo conflitto mondiale, si sviluppo dal 26 al 28 dicembre del del 1944 nella zona della Garfagnana in lucchesia, sulla Linea Gotica. Viene definita le “Ardenne italiane” presentando molte analogie con l’attacco tedesco nella zona dell… Read More “Operazione Wintergewitter” le Ardenne italiane

La prima medaglia d’oro della Repubblica Sociale Italiana

Il post odierno è dedicato al tenente dei bersaglieri Rino Cozzarini. Nato a Venezia il 10 ottobre del 1918, si trasferì a Milano dove, all’età di diciotto anni, si arruolò volontario per combattere nella Guerra civile spagnola. Una volta rientrato in Italia riprese gli studi interrotti diplomandosi, ma all’atto dell’entrata in guerra dell’Italia, il 10 giugno 1940,… Read More La prima medaglia d’oro della Repubblica Sociale Italiana

La foiba di Terli e il martirio delle sorelle Radecchi

Il 4 novembre 1943 si conclusero lo operazioni di recupero di 26 corpi rinvenuti all’interno della foiba di Terli, un inghiottitoio carsico nel comune di Barbana (Istria). Venticinque vittime vennero riconosciute, mentre di un ulteriore corpo estratto non fu possibile procedere con l’identificazione. Nell’elenco delle vittime erano presenti 3 sorelle, la cui contemporanea uccisione fece grande… Read More La foiba di Terli e il martirio delle sorelle Radecchi

È morto l’ultimo sopravvissuto al rastrellamento del ghetto di Roma

E’ morto oggi a Roma, a quasi 92 anni Lello di Segni, ultimo sopravvissuto del rastrellamento del ghetto ebraico di Roma, di cui pochi giorni fa ricorreva il 75° anniversario. In quello che venne definito il “sabato nero”: 1024 ebrei vennero deportati nei campi di sterminio tedeschi, torneranno in 16. Nato il 4 novembre del… Read More È morto l’ultimo sopravvissuto al rastrellamento del ghetto di Roma

75 anni fa, il rastrellamento del Ghetto di Roma

“i recenti avvenimenti italiani – recitava il messaggio – impongono una immediata soluzione del problema ebraico nei territori recentemente occupati dalle forze armate del Reich” Questo fu il testo del messaggio ricevuto, all’indomani dell’occupazione tedesca di Roma, Herbert Kappler, tenente colonnello delle SS, comandante dell’SD e della Gestapo a Roma, ricevuto da Heinrich Himmler, ministro… Read More 75 anni fa, il rastrellamento del Ghetto di Roma

13 settembre 1943, la deportazione del questore di Fiume

Iscritto al Partito Nazionale Fascista, Giovanni Palatucci, nel 1932 conseguì la laurea in giurisprudenza presso l’Università di Torino. Nel 1936 giurò come volontario vice commissario di pubblica sicurezza, e nel 1937 venne trasferito alla questura di Fiume come responsabile dell’ufficio stranieri e poi come commissario e questore reggente. Nel novembre 1943 Fiume, pur facente parte… Read More 13 settembre 1943, la deportazione del questore di Fiume