Stragi partigiane: il secondo eccidio di Argelato, la strage degli “altri” sette fratelli

Il post odierno è dedicato al secondo eccidio di Argelato, una delle tante stragi partigiane compiute a guerra finita e cadute nell’oblio più assoluto per decenni. Tutti conosciamo l’eccidio dei fratelli Cervi, esistono fondazioni, musei e vie in molte delle nostre città che li ricordano, ma niente di simile esiste per i 7 fratelli Govoni,… Read More Stragi partigiane: il secondo eccidio di Argelato, la strage degli “altri” sette fratelli

Stragi partigiane; 5 maggio 1945 l’eccidio di costa d’Oneglia

Quella che andiamo a raccontare oggi è una delle tante stragi partigiane passate nell’oblio più assoluto, solo Giorgio Pisanò e Giampaolo Pansa ne hanno fatto cenno nelle loro opere storiche. Siamo nella sera del 4 maggio 1945 quando, una banda armata si presentò qualificandosi come “polizia partigiana” incaricata di prelevare alcuni prigionieri al carcere di… Read More Stragi partigiane; 5 maggio 1945 l’eccidio di costa d’Oneglia

Le stragi dei vincitori: 5 maggio 1945, l’eccidio di Valdobbiadene

Il post odierno è dedicato a uno dei tanti eccidi, compiuti da partigiani o forse è meglio dire da criminali, in quanto vedremo nel corso dello stesso che le vittime furono accuratamente depredate; ai danni di militari della RSI Repubblica Sociale Italiana. La vicenda si svolge, occorre ribadirlo a guerra conclusa, in violazione ad ogni… Read More Le stragi dei vincitori: 5 maggio 1945, l’eccidio di Valdobbiadene

“Fucilali, e non perdere tempo!” la morte degli attori Luisa Farida e Osvaldo Valenti

“Fucilali, e non perdere tempo!” Fu questo l’ordine che Giuseppe Marozin, nome di battaglia Vero, capo della Brigata partigiana Pasubio dichiarò di aver ricevuto direttamente dal C.L.N.A.I. nella persona di Sandro Pertini: «Quel giorno – 30 aprile 1945 – Pertini mi telefonò tre volte. Marozin responsabile della doppia esecuzione che andiamo a raccontare nel presente post, dichiarò… Read More “Fucilali, e non perdere tempo!” la morte degli attori Luisa Farida e Osvaldo Valenti

Il vile assassinio del maggiore Adriano Visconti di Lampugnano

Il 29 aprile 1945, a Gallarate, il maggiore Adriano Visconti di Lampugnano firmò la resa del suo reparto, il 1º Gruppo caccia “Asso di Bastoni” dell’A.N.R. l’Aeronautica Nazionale Repubblicana. L’atto venne controfirmato dai rappresentanti della Regia Aeronautica, del Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI), del Comitato di Liberazione Nazionale (CNL) e da 4 capi partigiani. L’accordo garantiva… Read More Il vile assassinio del maggiore Adriano Visconti di Lampugnano

75 anni fa, i GAP colpiscono a Firenze “Non uccido l’uomo ma le sue idee!”

Il 15 aprile due gappisti fiorentini, Bruno Fanciullacci e Antonio Ignesti, dopo attenti studi degli orari della vittima, si appostarono nei pressi della Villa di Montalto al Salviatino, dove colui che era oggetto del vile attentato che i due stavano per compiere, si stava avvicinando, privo di scorta. Appena mezzora prima dell’agguato aveva ricevuto a Palazzo… Read More 75 anni fa, i GAP colpiscono a Firenze “Non uccido l’uomo ma le sue idee!”

“Non cercatelo. Viene un attimo con noi partigiani” Il martirio di Rolando Rivi

“Non cercatelo. Viene un attimo con noi partigiani” Questo fu il biglietto che, il 13 aprile del 1945 i genitori di Rolando Rivi trovarono in casa mentre cercavano il proprio figlio. Ma chi era Rolando Rivi? Probabilmente alla quasi totalità delle persone il nome non dirà niente, perchè la storia che andiamo a raccontare oggi,… Read More “Non cercatelo. Viene un attimo con noi partigiani” Il martirio di Rolando Rivi

La strage partigiana di Malga Bala

Ieri abbiamo trattato l’eccidio delle Fosse Ardeatine episodio ai più conosciuto in quanto celebrato e commemorato come giusto che sia ogni anno. Oggi parleremo invece di una strage compiuta dai partigiani titini il giorno successivo e che probabilmente pochissimi conoscono. Furono coinvolti 12 ex Carabinieri Reali inquadrati nella Guardia Nazionale Repubblicana al servizio del governo della… Read More La strage partigiana di Malga Bala

L’eccidio degli alpini della Monterosa

A fine novembre del 1944, due plotoni di alpini , appartenenti alla 67° compagnia del Battaglione Cadore, della divisione alpina Monterosa, inquadrata nell’Esercito Nazionale Repubblicano, entrano in contatto, sulla strada montana che porta a Bardineto,Savona, con preponderanti formazioni partigiane, e precisamente la 5° brigata Partigiana Garibaldina composta da ben tre distaccamenti”. Nei durissimi combattimenti che… Read More L’eccidio degli alpini della Monterosa