Archivi autore

Italiani in guerra

Il carabiniere che salvò 3000 ebrei

Bellissimo articolo dedicato al capitano dei Carabinieri Reali Massimo Tosti che durante i dieci mesi di occupazione italiana dei territori della Francia del sud, in precedenza amministrati dal governo collaborazionista di Vichy, si prodigò per salvare circa 3.000 ebrei dalle persecuzioni naziste. Il Carabiniere che salvò 3.000 ebrei […]

26 agosto 1974, la morte del principe Borghese

Il 26 agosto del 1974, moriva a Cadice in Spagna, in circostanze sospette e mai del tutto chiarite uno degli assoluti protagonisti della partecipazione italiana alla seconda guerra mondiale. Il post odierno è dedicato a Junio Valerio Scipione Ghezzo Marcantonio Maria dei principi Borghese, noto semplicemente come Junio Valerio […]

La strage del ponte degli Allocchi a Ravenna

Il 25 agosto 1944, per rappresaglia contro l’assassinio della squadrista  Leonida Bedeschi, della XXIX Brigata Nera “Ettore Muti” di Ravenna, furono uccisi 12 partigiani tenuti in ostaggio. Furono fucilati Augusto Graziani, Domenico Di Janni, Michele Pascoli, Raniero Ranieri, Aristodemo Sangiorgi, Valsano Sirilli, Edmondo Toschi, Giordano Valicelli, Pietro Zotti, Mario Montanari, […]

L’affondamento del sommergibile Iride

Il 22 agosto 1940, veniva affondato da 3 Fairey Swordfish, gli aerosiluranti della RAF, il sommergibile classificato di piccola crociere, R.N. IRIDE agli ordini del Tenente di Vascello Francesco Brunetti. Si trattava di una delle più moderne unità subacquee italiane, entrato in servizio il 16 novembre 1936 e […]

22 agosto 1864, nasce la Croce Rossa

Il 22 agosto 1864 veniva firmata da 16 Stati europei la Prima “Convenzione di Ginevra per il miglioramento delle condizioni dei feriti delle forze armate in campagna”, un trattato pensato per salvare delle vite, per alleviare la sofferenza del personale militare ferito o ammalato, e per proteggere i civili […]

Le prime operazioni del C.S.I.R. sul fronte russo

Il 22 giugno 1941 la Germania lancia l’operazione “Barbarossa” invadendo l’Unione Sovietica e Mussolini chiede di partecipare alla “Crociata antibolscevica”, proponendo ad Hitler l’invio sul fronte dell’est di un corpo di spedizione italiano. Questo non solo per motivi di prestigio internazionale, ma soprattutto per continuare la collaborazione militare […]