2^ G.M. Fronte greco/albanese

Medaglie d’Oro della 2ª Guerra Mondiale – Capitano DANILO ASTRUA – Fronte russo, 20 Gennaio 1943

Nome e CognomeDanilo Astrua
Luogo e data di nascitaGraglia (Novara ora Biella), 12 agosto 1913
Forza ArmataRegio Esercito
ArmaFanteria
Corpo o specialitàAlpini
RepartoBattaglione “Borgo San Dalmazzo”, 2° reggimento alpini
Unità4ª Divisione alpina “Cuneense”
GradoCapitano s.p.e. (servizio permanente effettivo)
Anni di servizio1936-43
Guerre e campagneGuerra d’Etiopa
Seconda Guerra Mondiale (campagna di Grecia)
Seconda Guerra Mondiale (campagna di Russia)
Luogo e data del conferimentoFronte russo, 20 gennaio 1941
Luogo e data della morteFronte russo, 20 gennaio 1941
Motivazione della Medaglia d’Oro«Comandante ardito e capace, costituiva della sua 15ª compagnia alpini (Borgo S. Dalmazzo) un solido ed aggressivo strumento di guerra. Tenace difensore delle posizioni sul Don le lasciava per ultimo costituendo la retroguardia del 2º reggimento alpini durante la tragica manovra di ripiegamento. Incalzato da forze preponderanti, le conteneva impegnandole in successive audaci azioni sanguinose, realizzando concreti successi. Delineatasi la crisi, durante un violento combattimento tendente ad aprire un varco attraverso l’accerchiamento nemico, con perizia e superbo valore, trascinava i suoi alpini stremati di forze su munitissime posizioni riuscendo, dopo cruenta lotta, a sloggiare i difensori numericamente superiori, in seguito, benché ferito, riuniva i gloriosi superstiti di tutte le compagnie del battaglione, ne assumeva il comando e, galvanizzandoli col suo eroico esempio, al grido di «Avanti, Borgo» li portava audacemente all’attacco di posizioni difensive, le superava e catturava armi individuali e di reparto che subito volgeva contro il nemico in fuga. Contrattaccato in forze, indomito. Nuovamente ferito, persisteva con stoica fermezza nel rinnovare violenti contrassalti che protraeva imperterrito finché cadeva colpito in fronte tra i suoi alpini, perpetuandone, con la sua saldezza, le tradizioni di gloria. Fronte russo, 16 – 20 gennaio 1943 reagiva.»
— Decreto Presidenziale 15 marzo 1950
Riconoscimenti e altre decorazioniCroce al merito di guerra
Avanzamento per merito di guerra
Il suo paese natale gli ha intitolato una Piazza
La città di Biella gli ha dedicato una via e il locale circolo ufficiali.
Luogo di sepolturaNon conosciuto
Dati tratti da wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Danilo_Astrua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.