2^ G.M. La X MAS

15 anni fa, ci lasciava LUIGI FERRARO, l’uomo che da solo affondò più naviglio al mondo

Il 5 gennaio 2006, moriva nella sua amata Genova, la Medaglia d’Oro al valor militare Luigi Ferraro, eroe e imprenditore italiano conosciuto a livello mondiale. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, appresa la notizia della sua scomparsa, fece pervenire un messaggio di sentita partecipazione e solidale cordoglio ai familiari. I funerali di Stato vennero tenuti il 9 gennaio, con il feretro appoggiato su un affusto di cannone ed avvolto nel Tricolore, scortato da sei carabinieri in alta uniforme e sette incursori del COMSUBIN, eredi spirituali degli operatori gamma, uno dei quali portava un cuscino con le sue onorificenze ed i gradi militari. 

Nato nel quartiere genovese di Quarto dei Mille il 3 novembre 1914, Luigi Ferraro dopo aver frequentato la scuola sommozzatori di Livorno ed ottenuto il brevetto passò al Gruppo Gamma, della Xª Flottiglia MAS del quale divenne poi vicecomandante ed istruttore. Nel maggio 1943 venne inviato personalmente dal comandante della Xª Flottiglia MAS Junio Valerio Borghese in Turchia con la copertura del passaporto diplomatico, con il compito di compiere azioni di sabotaggio contro mercantili nemici. Dotato di quattro bauletti esplosivi, Ferraro colse tre successi affondando la sera del 30 giugno il piroscafo greco Orion di 7.000 tsl, carico di minerale di cromo, il 9 luglio il piroscafo Kaituna di 10.000 tsl e il 1º agosto la motonave norvegese Fernplant di 7.000 tsl, carica anch’essa di minerale di cromo.

Avendo finito l’esplosivo a disposizione e non potendo quindi effettuare ulteriori attacchi al naviglio nemico, rientrò in Italia nell’agosto dello stesso anno e dopo i tragici fatti dell’armistizio dell’8 settembre 1943, aderì come tutta la X MAS alla Repubblica Sociale Italiana. Per le quattro missioni effettuate in Turchia, Ferraro venne inizialmente decorato di quattro medaglie d’argento al valor militare, convertite poi nel dopoguerra in una medaglia d’oro al valor militare con la seguente motivazione:

«Volontario della specialità Gamma nei mezzi d’assalto della Marina militare, portava da solo a compimento quattro successive azioni contro quattro navi nemiche, di tre delle quali si è potuto accertare l’affondamento. Per le difficilissime condizioni dell’ambiente in cui ha dovuto operare e per la crescente vigilanza avversaria, ha coscientemente affrontato e superato rischi mortali sempre maggiori, dando prova di esemplare noncuranza del pericolo, di chiaroveggente freddezza, d’insuperabile perizia tecnica e d’inesausto amor di Patria. I risultati da lui ottenuti aggiungevano nuove glorie a quelle che già avevano reso famosi nel mondo i mezzi navali d’assalto italiani.»

— Mediterraneo, 7 luglio – 4 agosto 1943

Luigi Ferraro non fu solo un valoroso militare ma fu anche il padre della subacquea moderna, nel nostro paese, infattie sue sono due fra le principali innovazioni della tecnica subacquea: la maschera Pinocchio e le pinne Rondine. Nel 1952 organizzò a Genova una scuola per sommozzatori civili professionisti per conto del Ministero dell’Interno, ai corsi della quale parteciparono vigili del fuoco, e successivamente carabinieri, Guardie di finanza, militari del genio e Polizia di Stato. Pochi mesi fa al suo illustre concittadino la Città di Genova, dopo lunga discussione legata alla sua adesione alla R.S.I. ha intitolato il porticciolo di Nervi, completamente riqualificato.

Il sito OCEAN 4 FUTURE ha dedicato due bellissime e complete pagine alla vita dell’eroe e imprenditore italiano che Vi invitiamo calorosamente a leggere seguendo il link sottostante:

Protagonisti del mare: la vita di Luigi Ferraro, un eroe del nostro tempo

1 risposta »

  1. Marinai della x
    Memento audere semper
    Sinche esistera il mare , il Vs coraggio
    E spirito di sacrificio ,e coraggio nn sara dimenticato
    Mariofornaroli

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.