Esercito Italiano

Livorno, 9 novembre 1971, la tragedia della Brigata Folgore alla Meloria

Alle ore 5,45 del 9 Novembre 1971 nella zona di bassifondi e scogli affioranti dal Mar Ligure, di fronte al porto di Livorno, nota come secche della Meloria, si inabissa un Hercules C130 della Royal Air Force. A bordo del velivolo decollato dall’aeroporto di Pisa e diretto in Sardegna per l’esercitazione “Cold Stream” (corrente fredda) erano imbarcati 46 Paracadutisti della Brigata paracadutisti Folgore oltre ai sei membri britannici dell’equipaggio.

Dopo aver constatato che “gesso 4” non rispondeva agli appelli della torre di controllo, partirono immediatamente i soccorsi, ma tutto fu vano. Le gelide acque nei pressi della Torre della Meloria, che distano circa sette chilometri dal porto della città labronica non lasciarono scampo a nessuno dei 52 militari a bordo. I corpi di undici di loro non saranno mai ritrovati

Nelle incessanti operazioni di recupero delle salme dei commilitoni perderà la vita anche il Sergente Maggiore Giannino Caria del 9° Btg. Sabotatori Paracadutisti “Col Moschin”, decorato poi dal Presidente della Repubblica, con la Medaglia d’Oro con la seguente motivazione:

“Con alto senso di generosa solidarietà e con ardimentoso slancio, chiedeva di partecipare volontariamente alle difficili operazioni di recupero delle salme dei propri commilitoni rimaste prigioniere, sul fondo del mare, nel relitto di un aereo, inabissatosi in tragiche circostanze. Malgrado la violenta avversità degli elementi naturali, non desisteva dall’effettuare ripetute, rischiose immersioni, fin quando restava vittima del proprio indomito valore, facendo olocausto della giovane vita e legando, così, il suo destino a quello dei commilitoni caduti. Nobile esempio di completa dedizione al dovere e di sublime abnegazione. Largo della Meloria (Livorno), 18 novembre 1971.”

Sul luogo dell’inabissamento è stata successivamente collocata una stele di oltre mezza tonnellata a ricordo di tutti colore che persero la vita in quella tragedia, la più grande occorsa alla forze armate italiane dalla fine della seconda guerra mondiale. Questi i nomi dei 46 ragazzi della della 6ª compagnia “Grifi” della Brigata Folgore:

  • S.Ten. Paracadutista P.M. Magnaghi
  • S.Ten. Paracadutista E. Borghesan
  • Mar. Ca. Paracadutista G. Augello
  • Serg. Magg. Paracadutista C. Celozzi
  • C.le Magg. Paracadutista Carlo Colombini
  • C.le Paracadutista M. Benericetti
  • C.le Paracadutista S. Bolzoni
  • C.le Paracadutista A. Fiumara
  • C.le Paracadutista G. Ianni
  • C.le Paracadutista P. Interrante
  • C.le Paracadutista S. Licori
  • C.le Paracadutista F. Vantaggiato
  • Paracadutista Leonardo Angelini
  • Paracadutista Ettore Carta
  • Paracadutista Arcangelo Ciappellano
  • Paracadutista Michele Carasi
  • Paracadutista Arturo Deiana
  • Paracadutista Vincenzo De Marco
  • Paracadutista Luciano Dal Lago
  • Paracadutista Ubaldo De Mitri
  • Paracadutista Pero Dessi
  • Paracadutista Paolo Donnarumma
  • Paracadutista D. Dal Zotto
  • Paracadutista A. De Vito
  • Paracadutista Antonio D’Alessandro
  • Paracadutista Giusepp D’Alessandro
  • Paracadutista Gugliemo Di Natale
  • Paracadutista Fulvio Dall’Asta
  • Paracadutista M. Ferrari
  • Paracadutista G. Facchetti
  • Paracadutista Carlo Frasson
  • Paracadutista Salvatore Fumosa
  • Paracadutista William Furgeri
  • Paracadutista Renato Fracassetti
  • Paracadutista Rocco Giannattasio
  • Paracadutista Giovanni Giannini
  • Paracadutista Bruno Guidorzi
  • Paracadutista Giuseppe Guarnirei
  • Paracadutista Andrea Ginex
  • Paracadutista Alberto Gilioli
  • Paracadutista Roberto Liuzzi
  • Paracadutista Daniele Matelli
  • Paracadutista Roberto Morganti
  • Paracadutista Elia Quarti
  • Paracadutista Silvano Sabatini
  • Paracadutista Leonardo Torsello.

Riportiamo anche i nomi dei sei militari della RAF:

  • Flight lieutenant Colin G. Harrison (pilota)
  • Flying officerRick Swann-Price (co-pilota)
  • Flying officer Mike Fawcett (navigatore)
  • Flight sergeant[15] Brian D. King (motorista)
  • Sergeant Paul Fulford (loadmaster)
  • Sergeant Ralph R. Lee (direttore di lancio)

Prima di chiudere il nostro post odierno una piccola curiosità storica. Quasi sei secoli prima, precisamente nell’agosto del 1284 nelle stesse acque si svolse la battaglia della Meloria, che vide contrapposte la flotta della Repubblica di Genova e quella della Repubblica marinara di Pisa. La battaglia, si conclusa con la netta vittoria genovese e segnò l’inizio del lento declino di Pisa come potenza marinara in Italia.

Grazie per aver letto il nostro post e con la speranza che vogliate continuare a seguirci anche in futuro Vi salutiamo e diamo appuntamento al prossimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.