2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 9 ottobre 1940-41-42

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cuiper un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 124

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 ottobre 1940:

Nostre formazioni aeree hanno attaccato il silurificio di La Valletta ed i depositi di carburante di Calafrana, a Malta; si è svolto un com­battimento tra i nostri velivoli e quelli da caccia nemici, uno dei quali è stato abbattuto in fiamme. Un nostro velivolo non è rientrato.

Nell’Africa settentrionale attività di colonne celeri. Nostri velivoli d’assalto hanno spezzonato e mitragliato un nucleo motorizzato ne­mico presso Bir Kamsa (70 chilometri a sud di Sidi el Barrani) immobilizzando tre autoblindate; un nostro velivolo non è rientrato. Incursioni aeree nemiche su Tobruk e Bardia non hanno causato vit­time né danni.

Nell’Africa orientale nostre pattuglie hanno posto in fuga formazioni di cavalieri sudanesi al confine eritreo. Il convoglio nemico già bombardato nel Mar Rosso è stato nuovamente raggiunto e bombardato da una nostra formazione aerea. Un piroscafo colpito ha abbandonato il convoglio dirigendo a velocità ridotta verso la costa sud – egiziana.

  • Bollettino n. 494

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 ottobre 1941:

Consistenti formazioni di nostri velivoli da bombardamento hanno attaccato ieri notte le raffinerie ed i serbatoi di carburante di Caifa (Palestina). Nonostante la violenta reazione nemica, i nostri aerei sono riusciti a colpire gli obiettivi, dai quali si sono sprigionati in­cendi di vaste dimensioni. Tutti gli apparecchi, alcuni dei quali col­piti dal tiro contraereo, sono rientrati alle basi.

Nella stessa notte il nemico ha effettuato una incursione su alcune località della costa orientale della Sicilia con lancio di bombe e azione di mitragliamento che non hanno causato ne vittime né danni. La difesa c. a. di Siracusa ha abbattuto un apparecchio, il quale è pre­cipitato nel mare in prossimità della costa: l’intero equipaggio è stato fatto prigioniero.

In Africa settentrionale, azione di reparti esploranti sul fronte di Tobruk: sono stati respinti elementi nemici, che hanno lasciato pri­gionieri in nostre mani.

Sul fronte di Sollum cacciatori tedeschi hanno abbattuto due aero­plani avversari; altri velivoli germanici hanno attaccato aeroporti avanzati nemici colpendo magazzini di rifornimento e distruggendo un velivolo al suolo.

Un’incursione aerea su Tripoli ha arrecato soltanto lievi danni ma­teriali.

In Africa orientale, una forte colonna mista di truppe nazionali e coloniali al comando del tenente colonnello Carmelo Liuzzo, uscita dal caposaldo di Ualag (nord – est di Gondar), ha vigorosamente at­taccato l’importante posizione di Amba Gheorghis, sede di comando inglese. Superata ogni resistenza, volto in fuga l’avversario infliggen­dogli notevoli perdite e stroncandone i successivi ritorni controffen­sivi, le nostre truppe hanno dato alle fiamme la sede del comando nemico e hanno distrutto un deposito munizioni e la stazione radio; indi sono rientrate alla base di partenza con prigionieri, armi e ma­teriali catturati. Tutti i reparti e particolarmente il 25° battaglione coloniale, si sono distinti per decisione e valore.

Nel pomeriggio del giorno 7 un nostro aereo in ricognizione sulla strada di Debra Tabor ha mitragliato e incendiato automezzi nemici

  • Bollettino n. 866

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 ottobre 1942:

Sul fronte di el Alamein scarsa attività operativa.

Nella giornata di ieri un Hurricane è stato abbattuto dal tiro di armi automatiche di fanti della divisione Folgore: il pilota, sud – africano, veniva catturato; altro apparecchio, colpito da fucilieri dello stesso reparto, precipitava nei pressi di Him Himat.

Nel pomeriggio del 7 ottobre velivoli da caccia britannici hanno mi­tragliato in volo radente — nonostante i visibili segni di riconosci­mento — reparti sanitari della divisione Folgore causando tre morti e dodici feriti fra i ricoverati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.