2^ G.M. Guerriglia nei Balcani

Medaglie d’Oro della 2ª Guerra Mondiale – Maggiore MARIO GIGANTE – Santi Quaranta (Albania), 5 ottobre 1943

Nome Mario Gigante
Luogo e data di nascita Napoli, 1898
Forza armata Regio Esercito
Arma Fanteria
Corpo o Specialità  
Grande unità  151ª Divisione fanteria “Perugia”
Reparto III Battaglione ciclisti del 129º Reggimento
Grado Maggiore comandante del III Battaglione ciclisti
Guerre
  • Prima Guerra Mondiale
  • Guerra d’Etiopia
  • Seconda Guerra Mondiale (Battaglia delle Alpi occidentali)
  • Seconda Guerra Mondiale (occupazione della Croazia)
  • Seconda Guerra Mondiale (occupazione del Montenegro)
  • Seconda Guerra Mondiale (occupazione dell’Albania)
Data e Luogo di morte Santi Quaranta (Albania), 5 ottobre 1943
Motivazione della Medaglia d’Oro

«Comandante di battaglione, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, guidava con grande perizia e noncurante del pericolo i propri uomini nella dura guerriglia contro i nazisti. Circondato e catturato dopo aspra resistenza, con il reparto decimato per le gravi perdite subite, veniva condannato a morte. Allo scopo di salvare i suoi gregari, al comandante tedesco dichiarava di essere il solo responsabile della condotta del suo reparto e quindi l’unico colpevole da fucilare. Davanti al plotone di esecuzione teneva contegno fiero e dignitoso. Colpito a morte da una raffica di mitragliatrice trovava ancora la forza di gridare: Viva l’Italia!. Porto Edda (Albania), 5 ottobre 1943.»
— Decreto Presidenziale 1 ottobre 1951

Riconoscimenti e altre decorazioni
  • Croce di guerra al valor militare  (Colle del Moncenisio, 21-23 giugno 1940)
  • La città di Napoli gli ha intitolato una via
  • Fu promosso postumo al grado di tenente colonnello

Alla tragedia della divisione Perugia abbiamo dedicato due post, il primo relativo all’affondamento del piroscafo Dubac che stava trasportando in Italia i resti della divisione e un secondo dedicato alla fucilazione del generale Ernesto Chiminello, comandante della gloriosa divisione, che vi invitiamo a rileggere seguendo i link sotto elencati:

La tragedia del piroscafo Dubac

4 ottobre 1943, la fucilazione del generale Ernesto Chiminello

A chi volesse approfondire le vicende della divisione Perugia nei drammatici giorni seguiti alla proclamazione dell’armistizio dell’8 settembre 1943, consigliamo la lettura del libro di Tarcisio Scannagatta intitolato Gli ultimi giorni della divisione ‘Perugia .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.