2^ G.M. Africa Settentrionale

Medaglie d’Oro della 2ª Guerra Mondiale – Generale di divisione GIUSEPPE AMICO – Slano (Croazia), 13 settembre 1943

Nome Giuseppe Amico
Luogo e data di nascita Capua, 1º novembre 1890
Forza armata Regio Esercito
Arma Fanteria
Specialità
Grande unità 32ª Divisione fanteria “Marche”
Reparto
Grado Generale di divisione comandante 32ª Divisione fanteria “Marche”
Guerre
  • Prima Guerra Mondiale
  • Guerra di Spagna
  • Seconda Guerra Mondiale (Africa settentrionale)
  • Seconda Guerra Mondiale (occupazione della Dalmazia)
Data e Luogo di morte Slano (Croazia), 13 settembre 1943
Motivazione della Medaglia d’Oro «Valoroso comandante di Divisione, all’atto dell’armistizio prendeva le necessarie disposizioni per sbarrare il passo a colonne germaniche, che di prepotenza volevano sopraffare la sua unità. Addivenuti, per ordine superiore, ad un accordo e rotto questo da parte germanica, veniva fatto prigioniero e condotto in caserma dove, liberato dai suoi uomini, arringava un battaglione e usciva con lo stesso all’attacco del comando del presidio tedesco che costringeva a ritirarsi. Non desisteva dall’azione che in seguito ad ordine del suo comandante. Catturato, veniva vilmente trucidato durante il trasferimento in luogo di prigionia. Col suo sacrificio suggellava un passato di valoroso combattente.»
— Ragusa – Silano, 9- 13 settembre 1943
Riconoscimenti e altre decorazioni
  • Cavaliere dell’Ordine Militare di Savoia
  • Medaglia d’Argento al valor militare (Guadalajara, 12-26 marzo 1937-XV, Santander, 14-26 agosto 1937-XV, Aragona-Ebro, 9 marzo-18 aprile 1938-XVI);
  • Medaglia d’Argento al valor militare (Zona Carsica, maggio 1916-maggio 1917);
  • Medaglia di Bronzo al valor militare (Battaglia del Levante, 13-25 luglio 1938-XVI);
  • Medaglia di Bronzo al valor militare (Guadalajara 12-26 marzo – Santander, 14-26 agosto 1937-XV);
  • Medaglia di Bronzo al valor militare (Monfalcone, 14-17 maggio 1916);
  • Le città di Capua e di Caserta gli hanno intitolato delle Piazze
  • La caserma che attualmente ospita il 21º Battaglione genio pionieri “Timavo” è intitolata a lui

2 risposte »

  1. Stringe il cuore leggere di queste persone di grandissimo valore, prima di tutto morale, morte per l’idea di una nazione che oggi avrebbe tanto bisogno di loro ma che, ogni giorno, rinnega il loro esempio.

    "Mi piace"

Rispondi a Roberto Rensi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.