2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 3 giugno 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 363

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 3 giugno 1941:

Le operazioni nell’isola di Creta sono ultimate. Nell’isola sono stati liberati i nostri prigionieri. I nostri reparti procedono al rastrella­mento della zona loro assegnata. Nella notte sul 3 giugno una nostra formazione aerea ha bombardato obiettivi aeronautici dell’isola di Malta.

Nell’Africa settentrionale, notevole attività di artiglierie sul fronte di Tobruk. Formazioni aeree hanno ripetutamente bombar­dato naviglio alla fonda, impianti portuali e magazzini di quella base: una nave da trasporto è stata affondata. La nostra caccia ha abbattuto due apparecchi nemici; un nostro velivolo non è rientrato.

Nell’Africa orientale, nessuna novità di rilievo; il maltempo ostacola i movimenti nostri e nemici.

  • Bollettino n. 733

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 3 giugno 1942:

Il successo riportato dalle truppe dell’Asse nella zona di Got el Ualeb ha assunto più vaste proporzioni: tra i prigionieri, saliti a più di 3.000, è il generale comandante della I brigata corazzata in­glese; anche il numero dei cannoni catturati è aumentato a 128, quel­lo dei mezzi blindati ad oltre 100, quello degli autocarri a circa 100; grandi quantità di armi automatiche e di equipaggiamento sono ca­dute nelle nostre mani.

Nei combattimenti dei giorni scorsi si sono particolarmente distinte le divisioni corazzate tedesche e la divisione motorizzata Trieste. Contrattacchi nemici sono stati prontamente respinti.

L’arma aerea ha continuato il martellamento delle retrovie avversa­rie provocando forti incendi ed esplosioni; in combattimenti con la caccia italo – germanica l’aviazione inglese ha perduto 10 apparecchi. Un nostro aeroplano non è ritornato. Altri sono stati danneggiati. Bombardieri e cacciatori hanno attaccato l’aeroporto di Micabba e distrutto, in duelli aerei, 4 Spitfire.

A nord del delta del Nilo un piroscafo nemico di medio tonnellaggio veniva colpito con bombe da nostri velivoli e gravemente danneggiato.

Aerei britannici hanno compiuto un’incursione nei dintorni di S. An­tioco e di Cagliari: in quest’ultima località due persone sono rimaste uccise e 15 ferite.

  • Bollettino n. 1.104

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 3 giugno 1943:

Contro Pantelleria il nemico ha rinnovato azioni di bombardamento aereo e navale; un velivolo é stato abbattuto dalle artiglierie dell’isola. Due altri apparecchi, oltre a quelli ieri segnalati, risultano distrutti presso Porto Torres e S. Antioco dalle batterie contraeree della Sardegna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.