I fatti storici generali

17 marzo 1861, viene proclamato a Torino il Regno d’Italia

A Torino viene proclamato dal neo Parlamento il nuovo Regno d’Italia (1861-1946), nuovo in quanto lo stesso giorno nel 1805 a Milano venne proclamato il Regno d’Italia in sostituzione della precedente Repubblica italiana del 26 gennaio 1802. Napoleone Bonaparte, già Imperatore dei francesi, venne proclamato Re d’Italia e il successivo 26 maggio verrà incoronato nel Duomo di Milano.

Bandiera Regno d'Italia 1805

Bandiera Regno d’Italia 1805

Con l’approvazione della legge 17 marzo 1861 n. 4761, Vittorio Emanuele II assume per se e per i suoi successori il titolo di Re d’Italia e Camillo Benso conte di Cavour presidente del primo governo del Regno unitario.  A partire dal 1911 in occasione del cinquantenario della ricorrenza, la giornata del 17 marzo è diventata festa nazionale ed è ricordata annualmente come Anniversario dell’Unità d’Italia.

Il regio decreto recitava:

«PROGETTO DI LEGGE.
Articolo unico. Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e suoi successori il titolo di Re d’Italia.»

Nella Relazione Cavour ricordava che

«il Parlamento, nel giorno solenne della seduta reale, coll’entusiasmo della riconoscenza e dell’affetto, acclamava Vittorio Emanuele II Re d’Italia.»

Nel testo approvato dal Senato compare tuttavia anche un secondo articolo sulla questione dell’intestazione degli atti legislativi. Si stabiliva dunque che:

«Art. 2. Gli atti del Governo ed ogni altro atto che debba essere intitolato in nome del Re sarà intestato colla formula seguente: (In nome del Re) Per Provvidenza divina, per voto della Nazione RE D’ITALIA»

Da notare che il numerale di Vittorio Emanuele continuava a essere “secondo”, e non “primo”, come segno della continuità della dinastia di casa Savoia che aveva realizzato l’unificazione italiana e della continuità del sistema costituzionale. La proclamazione avvenne in questa giornata da parte del primo Parlamento italiano, ma si sarebbe dovuto attendere fino al 20 settembre 1870 per la totale unificazione dell’Italia, con la Presa di Roma e la sconfitta dello Stato Pontificio.

Nel 1946, in seguito al referendum del 2 giugno, il Regno d’Italia cessò di esistere ed avvenne la trasformazione del Regno d’Italia in Repubblica.

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.