2^ G.M. Campagna d'Italia

15 febbraio 1944, bombardieri alleati radono al suolo l’abbazia di Montecassino

Il bombardamento dell’Abbazia di Montecassino era necessario più per l’effetto che avrebbe avuto sul morale degli attaccanti che per ragioni puramente materiali. Quando i soldati combattono per una causa giusta e sono pronti ad esporsi alla morte ed alle mutiliazioni in questa lotta, mattoni e calce, per venerabili che siano, non possono prevalere sulle vite umane. Nel contesto generale della battaglia di Cassino come si poteva lasciare intatta una struttura che dominava il campo di battaglia.

                                                                          Generale Harold Alexander

Con queste parole nel dopoguerra il generale inglese comandante del gruppo di armate che stava combattendo contro le forze germaniche del maresciallo Kesserling spiegò l’opportunità del tremendo bombardamento aereo che tra le 9,28 e le ore 13.00 del 15 febbraio del 1944, rase al suolo uno dei tabernacoli della cultura occidentale e cristiana, sarà completamente distrutto.

Deliberata e inutile distruzione di un patrimonio artistico dell’umanità, l’operazione fu sicuramente uno dei più gravi errori militari del secondo conflitto mondiale. Potete leggere l’articolo completo cliccando sul link sottostante:

La distruzione dell’abbazia di Montecassino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.