2^ G.M. Fronte Russo

Nikolaevka 26 gennaio 1943, la battaglia che ha consegnato gli alpini alla Storia

Il 26 gennaio 1943, dopo circa 200 chilometri di ripiegamento a piedi, con pochi muli e slitte, con temperature oscillanti intorno ai meno 40 gradi, sempre aspramente contrastati dai reparti nemici e dai partigiani sovietici, una lunghissima colonna di circa 40.000 uomini quasi tutti disarmati e in parte congelati, giunse davanti al villaggio di Nikolaevka. SI trattava di tedeschi, ungheresi e soprattutto italiani.

In pratica le uniche truppe che ancora era organizzate ed avevano conservata le armi individuali e di reparto erano gli alpini italiani e principalmente la divisione Tridentina agli ordini del generale Giulio Reverberi. In quello sconosciuto villaggio, gli alpini entrarono nella Storia. Articolo completo cliccando sul link sottostante:

Nikolaevka 26 gennaio 1943, gli alpini sfondano l’accerchiamento sovietico

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.