2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 23 settembre 1940-41-42

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 108

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 23 settembre 1940:

Da ulteriori informazioni risulta che l’incrociatore nemico silurato da un nostro aereo, di cui al bollettino n. 104, é successivamente affondato. Le fotografie dell’ultimo bombardamento eseguito il gior­no 21 sul centro di Caifa mettono in evidenza l’ottimo esito dell’ope­razione; ovunque sono stati provocati violenti ed estesi incendi.

A Malta, la base aerea di Micabba è stata nuovamente bombardata; è stato colpito un deposito provocando un grande incendio. La caccia nemica si è sottratta al combattimento. Tutti i nostri velivoli sono rientrati.

Nell’Africa settentrionale il nemico ha rinnovato il bom­bardamento della città di Bengasi, danneggiando varie case di abi­tazione. Grazie alle misure di protezione e di ordine pubblico non si lamentano vittime. Un’incursione aerea su Bardia non ha causato vittime né danni. Presso la costa cirenaica, un quadrimotore inglese tipo Sunderland, mitragliato da un nostro velivolo da caccia, è precipitato in mare, scomparendo con l’intero equipaggio. Nostre pattuglie aeree hanno attaccato con successo nuclei meccanizzati avversari. Gli obiettivi militari di Marsa Matruh sono stati nuovamente bombardati con esito positivo. Tutti i nostri velivoli sono rientrati.

Le opere por­tuali di Aden sono state sottoposte a bombardamento notturno. Le navi colpite dalla nostra aviazione durante l’attacco del convoglio nel Mar Rosso, di cui al bollettino precedente, risultano in numero di tre. L’aviazione nemica ha lanciato bombe su Gura, su Cassala e nei pressi di Asmara ove ha causato due morti e due feriti indigeni: danni lievi. Un nostro piroscafo vuoto è stato affondato da un som­mergibile nemico nel Tirreno meridionale.

  • Bollettino n. 477

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 23 settembre 1941:

Durante la scorsa notte le basi aeree di Micabba e di Hai Far (Malta) sono state nuovamente bombardate con successo dai nostri velivoli.

Incursioni aeree britanniche su Tripoli, Bengasi e Bardia dove è stato colpito un ospedale: tre vittime e sei feriti tra i ricoverati. A Tripoli un bombardiere è stato abbattuto dalla difesa c. a.. Nell’Africa orientale una colonna di nazionali e coloniali, uscita dal presidio di Culquabert, ha attaccato di slancio una munita posizione avversaria, che è stata espugnata dopo violenta lotta: il nemico ha subito perdite rilevanti in uomini, armamenti e materiali. Nei ri­manenti settori dello scacchiere di Gondar, attività di artiglierie e scontri tra reparti avanzati risoltisi in favore delle nostre truppe. Nella notte scorsa aeroplani inglesi hanno sorvolato la città. di Pa­lermo lanciando un certo numero di bombe dirompenti ed incen­diarie, le quali hanno causato danni alle abitazioni civili. Non sono sinora segnalate vittime. Il nostro tiro contraereo ha fatto precipi­tare in fiamme un apparecchio avversario.

Unità della R. Aeronautica hanno bombardato, durante le ultime due notti, basi aeree nell’isola di Malta ed hanno danneggiato gra­vemente una nave nemica di piccolo tonnellaggio nel Mediterraneo orientale.

  • Bollettino n. 849

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 23 settembre 1942:

Moderata attività di artiglieria sul fronte dell’Egitto.

In combattimento sono stati abbattuti dalla caccia germanica due apparecchi britannici dei quali uno nel cielo africano e l’altro al di sopra di Creta. A Bengasi un’incursione nemica ha causato qualche danno e alcune vittime.

Nostre formazioni di aerei in picchiata hanno attaccato con bombe dirompenti e incendiarie l’aeroporto di Hal Far.

Dalle operazioni di guerra della giornata un nostro velivolo non ha fatto ritorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.