Accadde oggi

2 SETTEMBRE … Accadde oggi

Inaugurato il 10 agosto 2019 il nuovo post giornaliero dedicato ai fatti d’arme, alle date di nascita e di morte di personaggi importanti riguardanti il nostro blog, alle date di attribuzione delle Medaglie d’Oro e alle date principali e fondamentali dei due conflitti mondiali, buona lettura a tutti.

  • 1939 Il Regno d’Italia dichiara la non belligeranza, nuova formula suggerita dal Ministro degli esteri Galeazzo Ciano, in luogo della poco marziale “neutralità”.

  • 1943 Il generale Castellano parte per Termini Imerese dove prosegue alla volta di Cassibile, località dove il giorno dopo verrà firmato il cosiddetto “armistizio breve” fra potenze alleate e Regno d’Italia.

  • 1944 Muore a Santo Stefano d’Aveto Albino Badinelli carabiniere che quel giorno si sacrificò per salvare un gruppo di venti civili che gli alpini della 4ª Divisione alpina “Monterosa”, della Repubblica Sociale, minacciavano di trucidare nel caso non si fossero consegnati tutti gli sbandati e disertori della zona. Albino, pur non facendo parte attivamente della resistenza, mosso da uno spirito di responsabilità nei confronti dei suoi amici, compaesani e parenti, che nella fede erano fratelli, si presenta spontaneamente al Comando fascista, con sede nella Casa Littoria di Santo Stefano. Questo suo gesto di amore supremo, con cui a 24 anni, il 2 settembre del ’44, chiuse la sua esistenza terrena, servì a salvare da morte certa i 20 ostaggi ed il paese dalla distruzione.  Il 6 marzo del 2017 è stato commemorato come “Giusto”, titolo riservato a coloro che si sono opposti con responsabilità ai crimini contro l’umanità e ai totalitarismi. Con Decreto del Presidente della Repubblica del 3 agosto 2017 gli è stato insignito di Medaglia d’oro al merito civile alla memoria:

    «Carabiniere effettivo alla Stazione di Santa Maria del Taro (PR), dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, non volendo venir meno al giuramento prestato e deciso a non far parte delle milizie della Repubblica di Salò, si dava dapprima alla macchia e successivamente decideva di consegnarsi al reparto nazifascista che, come rappresaglia ad un attacco subito, minacciava di trucidare venti civili inermi. Condotto davanti al plotone di esecuzione sacrificava la propria vita per salvare quella dei prigionieri. Chiaro esempio di eccezionale senso di abnegazione e di elette virtù civiche spinte fino all’estremo sacrificio. 2 settembre 1944 Santo Stefano d’Aveto (GE).»

    Dal 5 settembre 2018 è intitolata alla sua memoria la Caserma sede del Comando Stazione Carabinieri di Santo Stefano d’Aveto (Ge).

  • 1945 Firma nella Baia di Tokyo della capitolazione dell’Impero del Sol Levante. Poco dopo le 8, a bordo della corazzata USS Missouri il ministro degli Esteri nipponico Mamoru Shigemitzu e il capo di Stato Maggiore generale Yoshijiro Umezu, rispettivamente in rappresentanza del governo e delle forze armate nipponiche, firmano la resa incondizionata del Giappone, che viene accettata viene accettata dal generale Douglas MacArthur e dall’Ammiraglio Chester Nimitz.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.