2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 22 agosto 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 75

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 agosto 1940:

Una nostra formazione aerea ha bombardato gli obiettivi militari di Gibilterra. Un velivolo non è rientrato.

Nel Mediterraneo orientale una nostra torpediniera ha affondato un sommergibile ed un nostro sommergibile ha silurato un cacciator­pediniere. Una formazione navale nemica composta da incrociatori è stata raggiunta nel Mediterraneo orientale da nostre formazioni aeree e sottoposta ad intenso bombardamento: due incrociatori ri­sultano ripetutamente colpiti. Tutti i nostri velivoli sono rientrati alle basi di partenza.

Nell’Africa orientale un aereo inglese è stato abbattuto dai nostri dubat a Cocacia (Kenia).

  • Bollettino n. 444

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 agosto 1941:

Nostri reparti da caccia hanno effettuato un’azione a volo radente contro la base aerea di Hal Far (Malta) mitragliando con successo velivoli al suolo e postazioni contraeree: alcuni aerei nemici sono stati incendiati ed altri gravemente danneggiati.

In Africa settentrionale, durante una nuova incursione dell’aviazione inglese su Bengasi, che non ha causato vittime ne danni, un appa­recchio avversario è stato abbattuto.

Sui vari settori del fronte di Tobruk attività delle nostre artiglierie, le quali hanno efficacemente battuto concentramenti di uomini e di automezzi britannici.

Velivoli germanici hanno attaccato a nord – est di Sidi el Barrani una formazione navale nemica colpendo due incrociatori leggeri ed hanno bombardato intensamente, a varie riprese, il porto di Tobruk, truppe e parchi di materiali della Piazza. In combattimenti aerei i cacciatori tedeschi hanno abbattuto un Curtiss e due Hurricane. Nel settore cirenaico – sahariano aerei nazionali, in ricognizione of­fensiva, hanno bombardato e mitragliato elementi meccanizzati nemici.

Nell’Africa orientale sistematiche azioni aeree inglesi, contro la piaz­za di Gondar e contro altri caposaldi, hanno causato soltanto danni materiali di lieve entità. Nostri elementi avanzati hanno disperso nuclei avversari infliggendo diverse perdite. Aerei nazionali hanno bombardato a Famagosta (Cipro) apprestamenti portuali e naviglio: sono stati colpiti magazzini, un piroscafo ed altra nave minore che é affondata.

Nel Mediterraneo orientale nostri velivoli hanno attaccato unità della marina britannica silurando un cacciatorpediniere del tipo Keith, che è stato visto fermarsi e sbandare.

  • Bollettino n. 817

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 agosto 1942:

Sul fronte egiziano normali azioni di elementi esploranti e delle opposte artiglierie.

L’aviazione dell’Asse ha svolto notevole attività: uno Spitfire risulta distruttoci combattimento.

Formazioni italiane e tedesche hanno bombardato le attrezzature militari di Malta e navi alla fonda nel porto di La Valletta. Due nostri velivoli non sono rientrati dalle operazioni della giornata. Nel Mediterraneo cacciatori germanici di scorta ad un convoglio hanno abbattuto quattro apparecchi nemici.

  • Bollettino n. 1.184

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 22 agosto 1943:

Nella rada di Biserta nostri bombardieri agivano ieri efficacemente contro obiettivi navali; presso la costa tunisina un piroscafo di grosso tonnellaggio, attaccato dall’aerosilurante condotto dal tenente Irnerio Bertuzzi da Rimini, affondava.

Formazioni di quadrimotori nemici, scortate, rinnovavano incursioni su Napoli e paesi della provincia: intercettate dai cacciatori del 3° stormo e del 22° gruppo perdevano, in ripetuti violenti scontri, 12 apparecchi; altri 10 velivoli venivano abbattuti dalla caccia tedesca e un aereo cadeva nei pressi di Torre del Greco colpito dal tiro delle batterie della difesa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.