2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 15 agosto 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 67

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 15 agosto 1940:

Le operazioni nella Somalia britannica sono in pieno sviluppo attra­verso duri combattimenti ai quali concorre efficacemente l’aviazione. Sono stati catturati prigionieri e armi.

  • Bollettino n. 437

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 15 agosto 1941:

Ieri unità della Regia Aeronautica hanno efficacemente bombardato magazzini e depositi carburanti dell’isola di Cipro.

Durante la notte altri nostri velivoli hanno lanciato bombe di grosso calibro su aeroporti di Malta centrando gli obiettivi.

In Africa settentrionale, nel settore di Tobruk, attività di reparti avanzati e di artiglierie. L’aviazione dell’Asse ha continuato le sue efficaci azioni: sono stati colpiti apprestamenti difensivi ed impianti portuali della piazza di Tobruk e di Marsa Matruh, una nave mer­cantile di 3.000 tonnellate nelle acque di Marsa Lucch ed un cacciatorpediniere a nord di Sidi el Barrani.

Aerei britannici hanno effettuato una incursione su Tripoli.

In Africa orientale, nel settore di Gondar, reparti di un nostro ca­posaldo usciti in ardita ricognizione si sono scontrati con gruppi nemici ponendoli in fuga.

L’aviazione inglese ha nuovamente bombardato l’abitato di Gondar. La scorsa notte velivoli britannici hanno attaccato Catania ed Augusta; a Catania 3 morti e 20 feriti. L’immediata ed intensa reazione di fuoco della nostra difesa contraerea ha costretto il nemico a sgan­ciare la maggior parte delle bombe al largo. Uno degli aerei è stato abbattuto in fiamme ed è precipitato in mare.

  • Bollettino n. 810

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 15 agosto 1942:

Nella giornata di ieri è continuata, da parte delle nostre forze aero­navali, l’azione contro i dispersi nuclei delle navi da guerra, che già avevano scortato il convoglio nemico, costantemente control­lati dalla nostra ricognizione aerea prodigatasi senza tregua dall’ini­zio della battaglia. Un mas silurava da breve distanza un cacciator­pediniere; formazioni di tuffatori centravano con bombe di grosso calibro una nave di grande tonnellaggio; una pattuglia di aerosilu­ranti colpiva un incrociatore pesante; altra formazione di aerosilu­ranti centrava un incrociatore e metteva a segno un siluro sulla prua di una nave da battaglia. I nostri cacciatori di scorta abbattevano quattro Spitfire. Alcuni equipaggi degli aerei perduti nei giorni pre­cedenti sono stati tratti in salvo da idrovolanti di soccorso. Sul fronte egiziano, durante un attacco di reparti esploranti nemici, nettamente respinto, venivano fatti alcuni prigionieri. Le batterie contraeree della divisione Ariete hanno distrutto un altro velivolo britannico; 4 Curtiss risultano abbattuti in combattimento dalla cac­cia tedesca.

Sul porto di La Valletta e sull’aerodromo di Micabba gli aviatori dell’Asse hanno sganciato bombe di vario calibro; un apparecchio nemico è stato abbattuto.

Dalle missioni di guerra della giornata, 6 nostri aeroplani non sono tornati.

Nel Mediterraneo orientale 4 aerosiluranti avversari, che tentavano attaccare un nostro mercantile, erano prontamente intercettati dalla nostra caccia di scorta: 2 venivano fatti precipitare in mare e gli altri volti in fuga.

  • Bollettino n. 1.177

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 15 agosto 1943:

Sulle nuove posizioni del fronte siciliano le truppe italo – germani­che resistono tenacemente sostenendo l’urto nemico.

In combattimenti nel cielo della battaglia, contro un gruppo avversano numericamente superiore, i nostri cacciatori abbattevano 6 Spit­fire; altri 5 velivoli venivano distrutti dalla caccia germanica. Formazioni di aerosiluranti italiani colpivano nel golfo di Palermo un piroscafo di medio tonnellaggio ed al largo di Biserta una petro­liera, di oltre 10 mila tonnellate che, centrata, esplodeva. Aerei avversari hanno sganciato questa notte bombe su Milano de­terminando il crollo di numerosi fabbricati e molti incendi: 3 bombardieri sono stati abbattuti dalle batterie della difesa ed uno dalla caccia notturna.

In azioni di spezzonamento effettuate su località della provincia di Catanzaro il nemico perdeva un apparecchio.

Due nostri aerei non rientravano alla base dalle operazioni degli ultimi due giorni.

Nella decorsa settimana nostre unità navali e motozattere operanti nello stretto di Messina distruggevano 11 aeroplani di vario tipo.

L’aerosilurante che ha colato a picco la petroliera, di cui al bollet­tino odierno, era pilotato dal capitano Carlo Faggioni da Carrara e dal tenente Leopoldo Ruggeri da Schio (Vicenza).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.