2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 11 agosto 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 63

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 11 agosto 1940:

Il sommergibile inglese Odin, la cui perdita è ora annunciata ufficialmente da un comunicato inglese, è stato affondato durante nostre operazioni già segnalate nei precedenti bollettini. Dislocava 1500 tonnellate in emersione, era armato di otto tubi lanciasiluri da 533 di un cannone da 102, e due mitragliere; il suo equipaggio era di 55 uomini. Nella Somalia britannica abbiamo occupato i passi di Carrin e Godajere. L’avanzata continua. Nostre formazioni aeree hanno bombardato il campo di Erkowit (Sudan) colpendo in pieno velivoli al suolo e respingendo l’attacco della caccia avversaria. Tutti nostri velivoli sono rientrati. Un velivolo nemico che aveva tentato di bombardare el Uasch (confine del Kenia) è stato abbattuto dal fuoco dei nostri reparti; un capitano pilota inglese è stato fatto prigioniero.

  • Bollettino n. 433

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 11 agosto 1941:

Nell’Africa settentrionale, sul fronte di Tobruk, scontri di pattuglie e attività delle opposte artiglierie. Formazioni aeree dell’Asse hanno attaccato obiettivi militari della Piazza, postazioni contraeree e navi alla fonda, provocando danni ed esplosioni. Altri nostri aerei hanno bombardato la stazione ferroviaria e gli impianti portuali di Marsa Matruh ed hanno colpito apprestamenti bellici ad est di Sidi el Bar­rani. Velivoli germanici hanno attaccato basi aeree britanniche in Egitto. Il nemico ha compiuto incursioni aeree su Bardia e sulla costa sirtica.

Nell’Africa orientale, reparti del presidio di Culquabert al comando del tenente colonnello Ugolini, hanno effettuato una audace pun­tata offensiva contro gruppi armati nemici, ponendoli in fuga ed infliggendo loro sensibili perdite.

Velivoli britannici hanno nuovamente bombardato la piazza di Gon­dar ed il ridotto di Uolchefit.

Nella notte sull’11 un velivolo inglese ha attaccato la nave ospedale California, che si trovava ancorata nella rada di Siracusa, colpendola con un siluro. La nave non è affondata.

  • Bollettino n. 805

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 11 agosto 1942:

Mezzi blindati nemici che tentavano di avvicinarsi alle nostre linee sono stati respinti, qualcuno distrutto.

Intensa l’attività aerea; la R.A.F. perdeva in combattimento, ad ope­ra della caccia tedesca, 9 apparecchi.

Durante un’incursione le batterie contraeree della piazza di Tobruk hanno abbattuto due velivoli britannici: uno è caduto presso il forte Pilastrino ed un altro presso Sidi el Barrani; due componenti degli equipaggi sono stati catturati.

Contro gli aeroporti maltesi sono proseguite le azioni di bombarda­mento dell’aviazione dell’Asse: quattro Spitfire risultano distrutti in duelli aerei.

Un nostro sommergibile non é tornato alla base. Le famiglie dell’equipaggio sono state informate.

Nel Mediterraneo centrale cacciatori di scorta ad un nostro convoglio hanno prontamente attaccato due ricognitori avversari uno dei quali e precipitato in mare nei pressi di Prevesa.

  • Bollettino n. 1.173

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 11 agosto 1943:

Duri combattimenti difensivi vengono sostenuti dalle truppe italo – germaniche nei settori centrale e settentrionale del fronte siciliano, per contenere l’avanzata del nemico. Messina é stata intensamente e ripetutamente bombardata dall’aviazione avversaria.

Aerosiluranti italiani hanno attaccato convogli nelle acque della Si­cilia colpendo un incrociatore leggero e due piroscafi di medio ton­nellaggio, mentre bombardieri notturni agivano con favorevole esito sui porti di Palermo e di Siracusa.

Nella rada di Augusta e lungo le coste settentrionali dell’isola ve­livoli tedeschi danneggiavano gravemente con bombe 4 trasporti per complessive 17.000 tonnellate, un cacciatorpediniere e alcuni mezzi da sbarco.

Un aereo inglese veniva abbattuto presso le coste della Sardegna da un nostro cacciasommergibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.