2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 2 agosto 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 54

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 1 agosto 1940:

Una squadra navale nemica proveniente da Gibilterra e composta di due navi da battaglia, due navi portaerei e navi minori, è stata rag­giunta da nostre formazioni aeree a sud dell’isola di Formentera (Ba­leari) e sottoposta a violento bombardamento malgrado la intensa reazione contraerea. Risultano sicuramente colpite da bombe di grosso calibro alcune unità tra cui una nave da battaglia, quest’ultima con visibile incendio a bordo. Un nostro velivolo non è rientrato. Questa notte il cacciatorpediniere Vivaldi ha affondato con azione di spero­namento e quindi con siluro, nel centro del Mar Ionio, il sommergi­bile inglese Oswald di 1.500 tonnellate armato di un cannone da 120 mm e di otto lanciasiluri. Dell’equipaggio, composto di 55 uo­mini, il Vivaldi ne ha recuperati e fatti prigionieri 52 tra i quali il comandante capitano di corvetta David Frazer, tutti incolumi. Nell’Africa orientale la nostra aviazione ha bombardato Butanà (Sudan) e nella zona di Cassala ha spezzonato un reparto di autoblindo di­struggendone otto e mitragliando gli equipaggi in fuga. Nostri ele­menti hanno occupato Debel, a 45 chilometri a sud di Moiale, respin­gendo un violento contrattacco del nemico ed infliggendogli gravi perdite. L’aviazione nemica ha bombardato Dire Daua senza conse­guire alcun risultato. Altri bombardamenti a favello, Asmara e Mas­saua hanno recato lievi danni ad una aviorimessa vuota: un nazionale ed un indigeno sono stati uccisi, alcuni feriti. Due velivoli nemici sono stati abbattuti dalla nostra caccia.

  • Bollettino n. 424

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 2 agosto 1941:

Nell’Africa settentrionale, sul fronte di Sollum e di Tobruk, nes­sun avvenimento di rilievo.

Aerei tedeschi hanno bombardato il porto di Tobruk e concentra­menti di automezzi a sud di Sidi el Barrani. La notte scorsa velivoli britannici hanno effettuato un’incursione su Bengasi senza causare vittime.

Nell’Africa orientale, in regione Gondar, nuclei avversari sono stati dispersi e volti in fuga con perdite.

La nostra difesa contraerea ha intercettato e respinto un apparecchio nemico che tentava una azione sulla piazza di Gondar.

Aerei nemici hanno lanciato alcune bombe, nella notte sul 1° agosto, su una località della costa occidentale della Sardegna e, nel pome­riggio di ieri, sull’isola di Lampedusa. Ne vittime, ne danni. Uno degli apparecchi è stato abbattuto.

Il sottomarino inglese affondato, di cui al bollettino di ieri, è stato attaccato e colpito per primo dal tenente pilota De Nunzio

  • Bollettino n. 796

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 2 agosto 1942:

Sul fronte dell’Egitto azioni di unità in esplorazione.

Nostre formazioni aeree hanno condotto riusciti attacchi sulle re­trovie britanniche e in particolare contro gli aeroporti di Burg el Arab, Abukir e el Amiriya; nella zona degli obiettivi, ripetuta­mente centrati, sono stati notati vasti incendi e violente esplosioni. Nel corso di combattimenti la caccia germanica abbatteva due veli­voli avversari; un terzo precipitava, colpito dalle artiglierie con­traeree della piazza di Tobruk.

Micabba è stata bombardata da reparti della nostra aviazione. Una incursione di numerosi aeroplani nemici sul porto di Navarino (Gre­cia) non ha causato alcun danno.

  • Bollettino n. 1.164

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 2 agosto 1943:

Nei settori settentrionale e centrale del fronte siculo la persistente offensiva avversaria viene tenacemente contrastata dalle truppe dell’Asse con vivaci contrattacchi.

Ieri il nemico ha effettuato azioni di bombardamento aereo su Na­poli e navale contro la costa salernitana: danni considerevoli a Na­poli, dove 2 apparecchi risultano abbattuti dalla caccia e 3 dalle ar­tiglierie della difesa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.