2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 1 agosto 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 53

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 1 agosto 1940:

Risulta che nell’azione aerea del 28 luglio contro unità navali nel Mediterraneo orientale è stato affondato un cacciatorpediniere in­glese. Durante una ricognizione aerea su Malta, una nostra forma­zione da caccia ha impegnato combattimento con una formazione nemica. Due velivoli nemici sono stati abbattuti, un nostro velivolo non è rientrato.

Nell’Africa orientale nostre efficaci azioni aeree a Wajir, dove è stato spezzonato con successo un parco di automezzi, ed al campo di aviazione di Buna dove tre apparecchi sono stati colpiti e seriamente danneggiati al suolo. Il nemico ha effettuato un bombardamento aereo a Cassala, causando lievi danni.

  • Bollettino n. 423

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 1 agosto 1941:

La scorsa notte, nostri aerei hanno bombardato la base navale di La Valletta (Malta).

Nell’Africa settentrionale attività di artiglierie sul fronte di Tobruk; aerei germanici hanno lanciato grosse bombe sugli impianti por­tuali della piazza, provocando incendi.

Il nemico ha effettuato’ una incursione aerea su Bengasi: un morto tra la popolazione civile.

Nell’Africa orientale, alla sella di Culquabert (Gondar), nostre pat­tuglie sono state particolarmente attive contro nuclei armati avver­sari, ai quali hanno inflitto perdite.

In zona Uolchefit, azioni di fuoco dell’artiglieria e di pattuglie. Velivoli isolati britannici, nel pomeriggio del 31, hanno sorvolato alcune località della Sicilia; a Palermo, la nostra efficace reazione contraerea ha costretto l’aereo nemico a sganciare le bombe sul mare aperto; a Messina, due bombe lanciate da grande altezza sono cadute sul centro della città, causando un morto, alcuni feriti e lievi danni a qualche fabbricato.

In Mediterraneo, aerei nemici hanno tentato di attaccare un nostro convoglio: sono stati dispersi dalla caccia di protezione; un velivolo e stato abbattuto da un nostro cacciatorpediniere. Nell’azione di forzamento del porto di Malta, coronata da successo, abbiamo perduto otto uomini di cui quattro ufficiali, e diciannove dispersi.

Nostri velivoli in picchiata, hanno affondato nel Mediterraneo un sommergibile nemico..

  • Bollettino n. 795

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 1 agosto 1942:

Sul fronte egiziano attività di pattuglie e di artiglierie. Nostri re­parti aerei hanno attaccato la linea ferroviaria e la rotabile costiera fra el Alamein e Alessandria mettendo a segno buon numero di bombe d’ogni calibro. Molti automezzi sono pure stati colpiti e in­cendiati nelle retrovie nemiche.

Una squadriglia di cacciatori italiani affrontava ed impegnava in vittoriosi combattimenti una formazione di caccia avversaria molto superiore in numero abbattendo 6 apparecchi senza subire perdite. In altra azione un Wellington risulta distrutto dagli aviatori tedeschi. Le batterie contraeree di Tobruk hanno centrato e fatto precipitare al suolo 2 velivoli durante un’incursione che non ha provocato danni di rilievo.

Aeroplani germanici in duelli nel cielo dell’isola di Malta hanno abbattuto 3 Spitfire.

Al largo di Porto Said un mercantile di piccolo tonnellaggio è stato gravemente danneggiato da nostri bombardieri.

  • Bollettino n. 1.163

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 1 agosto 1943:

Sul fronte siciliano anche ieri si è combattuto aspramente: nelle zone di Regalbuto violenti reiterati attacchi nemici sono stati respinti. Formazioni navali avversarie hanno bombardato località dei ver­santi tirrenico e ionico della Calabria senza causare danni notevoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.