2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 31 luglio 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 52

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 luglio 1940:

La nostra aviazione dell’Africa orientale ha nuovamente bombardato il porto di Aden colpendo in pieno due navi ed un grosso deposito di carburanti. Tutti i nostri velivoli sono rientrati. Durante una ten­tata incursione aerea del nemico su Assab un apparecchio da bombar­damento tipo Blenheim è stato abbattuto dalla nostra difesa antiaerea.

  • Bollettino n. 422

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 luglio 1941:

Nell’Africa settentrionale, sul fronte di Tobruk, reparti nemici con carri armati sono stati volti in fuga. Artiglierie germaniche hanno colpito impianti ed apprestamenti della Piazza. Durante l’incursione aerea su Bengasi, citata nel bollettino di ieri, la nostra difesa ha ab­battuto un velivolo britannico che è precipitato in mare.

Aerei dell’Asse hanno affondato una petroliera e danneggiato gra­vemente un piroscafo al largo delle coste cirenaiche.

Nell’Africa orientale, in regione Gondar, reparti di Camicie Nere e di coloniali hanno effettuato audaci sortite e puntate, riuscendo a penetrare nello schieramento avversario. Il nemico ha opposto resi­stenza, ma é stato ovunque fugato subendo perdite di uomini e di armi.

In questi ultimi giorni l’abitato di Gondar ha subito qualche incur­sione aerea. Non si lamentano vittime.

Velivoli britannici nel pomeriggio di ieri hanno attaccato Cagliari. La nostra difesa contraerea, in concorso con la caccia, ha prontamente stroncato l’azione avversaria che ha causato una sola vittima.

  • Bollettino n. 794

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 luglio 1942:

Una puntata avversaria a sud di el Alamein é stata nettamente re­spinta dai nostri reparti; sul rimanente fronte gli opposti elementi esploranti hanno svolto normale attività.

La piazza di Tobruk é stata bombardata da velivoli britannici uno dei quali, colpito dal tiro dell’artiglieria contraerea, è precipitato in fiamme; i danni sono limitati, nessuna perdita è segnalata. Su Malta, nel corso di azioni di bombardamento di reparti aerei italiani e tedeschi, hanno avuto luogo vivaci scontri a seguito dei quali la R.A.F. ha perduto cinque apparecchi abbattuti dalla caccia dell’Asse.

Non é tornato, dalle operazioni della giornata, un nostro aeroplano.

  • Bollettino n. 1.162

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 31 luglio 1943:

Contro il nostro schieramento in Sicilia il nemico sviluppa, con l’impiego di forze fresche e con il poderoso appoggio dell’arma aerea, la sua azione offensiva contenuta in aspra lotta dalle truppe italiane e germaniche.

Nei violenti combattimenti dei giorni precedenti si è segnalato, per valore e tenacia, il raggruppamento motocorazzato al comando del colonnello Goffredo Ricci da Cesena.

Sono stati distrutti, dalla caccia dell’Asse e dalle batterie contraeree, 16 velivoli anglo – americani, dei quali 10 in Sardegna, 2 in Sicilia, 2 nell’Egeo e 2 in Grecia. Nel cielo del Lazio nostri cacciatori inter­cettavano ieri una formazione avversaria, abbattendo, senza proprie perdite, 4 quadrimotori e 2 bimotori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.