2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 27 luglio 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 48

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 luglio 1940:

La base navale di Malta è stata durante la notte violentemente bom­bardata. Oltre il velivolo Gloster ieri segnalato come abbattuto in Africa settentrionale, un secondo velivolo dello stesso tipo è pure stato distrutto. Niente di particolarmente importante sugli altri fronti.

  • Bollettino n. 418

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 luglio 1941:

Ieri in combattimenti sul cielo di Malta sono stati abbattuti 4 velivoli nemici. Due nostri caccia non sono rientrati; uno dei piloti è stato salvato.

Nella notte sul 27 é stata nuovamente bombardata la base di La Valletta.

Nell’Africa settentrionale, a Tobruk, è stato sventato un tentativo di attacco nemico; un piroscafo britannico, ormeggiato nella rada, stato ripetutamente colpito dalle artiglierie germaniche. Sul fronte di Sollum nulla di notevole da segnalare.

Nella notte sul 26, velivoli inglesi hanno compiuto una incursione su Bengasi.

Nell’Africa orientale il nemico ha nuovamente intimato la resa al presidio di Uolchefit, assediato da 100 giorni. Le nostre truppe han­no risposto con il fuoco delle loro armi e con audace sortita. Nei pressi di Trapani un aereo britannico ha lanciato da altissima quota alcuni spezzoni e piastrine incendiarie causando incendi, prontamente circoscritti.

  • Bollettino n. 790

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 luglio 1942:

Un tentativo di attacco nemico contro il settore meridionale del fronte egiziano é stato infranto dalla pronta reazione di nostri re­parti: abbiamo preso altri prigionieri.

L’aviazione ha appoggiato le operazioni terrestri e ripetutamente battuto le retrovie avversarie. Un’incursione britannica su Tobruk causava lievi danni e qualche vittima; un velivolo partecipante all’azione veniva distrutto dalle artiglierie contraeree della Piazza.

Formazioni di Spitfire, che tentavano di intercettare i bombardieri dell’Asse di ritorno dall’avere efficacemente colpito le attrezzature belliche di Malta, sono state attaccate dalla caccia italiana e germa­nica; quest’ultima abbatteva in combattimento 2 apparecchi nemici.

  • Bollettino n. 1.158

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 27 luglio 1943:

Situazione immutata in Sicilia dove l’attività combattiva si è preva­lentemente svolta nel settore settentrionale dello schieramento. Bombardieri germanici hanno attaccato con successo unità mercan­tili e da guerra al largo delle coste settentrionali e orientali dell’isola danneggiando gravemente 4 trasporti, 2 incrociatori ed un caccia­torpediniere; 5 mercantili sono stati colpii nel porto di La Valletta. L’aviazione nemica effettuava incursioni sui dintorni di Napoli e sulla regione dello Stretto di Messina: danni non gravi, vittime in corso di accertamento; le artiglierie contraeree abbattevano 6 ap­parecchi.

In duelli con nostri cacciatori della Sardegna 2 Curtiss ed un aero­silurante precipitavano in mare.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.