2^ G.M. I bollettini di Guerra

Bollettini di guerra 7 luglio 1940-41-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 27

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 7 luglio 1940:

Nostre formazioni da bombardamento hanno rinnovato ieri a ondate successive violente azioni contro le basi aeree e navali di Malta. Tutti li obiettivi sono stati colpiti con precisione, provocando nella zona dell’Arsenale imponenti incendi visibili a grande distanza. La nostra caccia ha impegnato combattimento con la caccia inglese, metten­dola in fuga. Tutti i nostri velivoli sono rientrati.

Nell’Africa set­tentrionale sono stati bombardati con risultati efficacissimi i campi di aviazione di Tishidda, Bir Enba e Marsa Matruh, colpendo avio­rimesse, depositi di carburanti e distruggendo al suolo sei velivoli inglesi. Sono state inoltre colpite colonne motorizzate nella zona a sud – est di Sollum. Tutti i nostri velivoli sono tornati alle basi.

Nell’Africa orientale, mentre continua il rafforzamento della occupazione di Cassala, la nostra aviazione ha eseguito ricognizioni e azioni di bombardamento. Un apparecchio nemico è stato distrutto sul cam­po di Aroma e sette sul campo di Goz Regeb, oltre a notevoli danni recati agli impianti. Il nemico ha effettuato una azione aerea sul porto di Tobruk, vivacemente contrastata dalla reazione dell’arti­glieria contraerea della R. Marina, la quale ha abbattuto tre velivoli. Due piroscafi mercantili scarichi alla fonda sono stati colpiti. Porto Bardia è stato attaccato da unità navali inglesi, che hanno cagionato danni lievissimi agli impianti militari. La nostra aviazione è pron­tamente intervenuta ed ha colpito con bombe una unità nemica.

  • Bollettino n. 397

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 7 luglio 1941:

Nell’Africa settentrionale, sul fronte di Tobruk, la nostra artiglieria ha battuto fanterie e carri armati nemici. Formazioni aeree dell’Asse hanno attaccato in picchiata batterie e posizioni nemiche della Piaz­za; altri velivoli hanno colpito concentramenti di automezzi a sud – ovest di Sidi el Barrani. Il nemico ha compiuto una incursione notturna su Bengasi.

Nell’Africa orientale vivace attività di artiglierie nel settore di Uol­chefit (Gondar).

Nel pomeriggio di ieri l’aviazione nemica ha compiuto una incur­sione su Palermo: alcuni danni al porto, tre morti e una ventina di feriti tra la popolazione civile.

  • Bollettino n. 770

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 7 luglio 1942:

Scontri di carattere locale nella zona di el Alamein, nel corso dei quali alcuni carri armati nemici venivano distrutti.

L’attività della R.A.F. è stata efficacemente contrastata dall’aviazione dell’Asse che ha agito su concentramenti avversari di mezzi blindati e di truppe. Nove aeroplani britannici precipitavano al suolo: 7 in duelli con cacciatori tedeschi, 2 ad opera della difesa contraerea.

Durante attacchi contro Tobruk e Bengasi, che non hanno causato danni d’importanza, la R.A.F. perdeva 2 altri apparecchi; da Ben­gasi sono segnalati 2 morti e alcuni feriti nella popolazione. L’aerodromo di Micabba è stato nuovamente bombardato da nostri reparti aerei e le sue attrezzature ripetutamente colpite. In numerosi combattimenti 14 velivoli inglesi erano abbattuti dalla caccia italo germanica di scorta e due altri da un nostro bombardiere che bril­lantemente si disimpegnava dall’attacco di numerosi Spitfire. Dalle operazioni aeree della giornata tre nostri apparecchi non hanno fatto ritorno.

  • Bollettino n. 1.138

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 7 luglio 1943:

Unità navali italiane e tedesche, agendo in cooperazione nel Medi­terraneo, hanno affondato un sommergibile nemico.

Palermo, Trapani, Porto Empedocle, Catania, Marsala ed alcune mi­nori località della Sicilia e della Calabria sono state bombardate da formazioni avversarie alle quali l’aggiustato fuoco delle artiglierie contraeree italiane e germaniche infliggeva la perdita di 17 apparecchi.

Due quadrimotori venivano inoltre abbattuti dalla nostra caccia.

Le unità navali che hanno affondato il sommergibile nemico, segna­lato nel bollettino odierno, sono al comando dei capitani di corvetta Carlo Thorel e Nicolò Nicolini e dell’Oberleutnant zur See Neinz Obenhaupt.

I velivoli distrutti dal tiro contraereo sono precipitati nelle seguenti località: 4 a Palermo (2 in fiamme nei pressi di Mongerbino, uno in città in via Oreto, uno nel centro del Golfo), 5 a Trapani, 6 a Porto Empedocle, uno a Catania ed .uno a Marsala.

Le perdite finora accertate fra la popolazione, per le incursioni citate dai bollettini nn. 1137 e 1138, sono le seguenti: a Marsala 5 morti; a Sciacca 2 morti ed un ferito; a Ramacca (Catania) 40 morti e 6 feriti; a Castel di Iudica (Catania) 4 morti e 7 feriti; a Locri 1 morto e 5 feriti; a Iachino (Reggio Calabria) 1 morto e 6 feriti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.