2^ G.M. I bollettini di Guerra

2 giugno 2019, il Nono “Col Moschin” sfila con il basco Grigioverde degli Arditi

Oggi 2 giugno 2019 il “Nono” reggimento Col Moschin ha sfilato durante la parata in Via dei Fori Imperiali sfoggiando il basco grigioverde degli Arditi della Grande Guerra. Si tratta dell’ultima tappa del ritorno del reggimento alle origini cominciata con l’applicazione del simbolo omerale che riprende quello degli Arditi del Grappa, passando per la parata del 2 giugno dello scorso anno quando il reparto gridò “ARDITI”.

Simbolo omerale Arditi

La cerimonia di “ritorno” al basco grigioverde del Nono Reggimento Col Moschin, si è tenuta pochi giorni fa e precisamente il 18 aprile presso la Caserma Vannucci di Livorno. Il cambio era stato deciso e annunciato nel 2018 quando durante la cerimonia per il 40° anniversario della Costituzione delle Unità di Intervento Speciale del Nono reggimento d’assalto Col Moschin, il capo di Stato maggiore, il generale Salvatore Farina, avrebbe detto, secondo quanto riporta Difesa Online:

“Dopo opportuna valutazione da parte mia e del mio Stato maggiore, ho deciso di autorizzare il Nono reggimento Col Moschin a dotarsi del basco grigioverde. Ho riscontrato questa forte volontà sia nell’Associazione che da parte di tutto il Reparto, nel comandante attuale e nei predecessori, non tutti ma molti…”.

Il generale avrebbe poi detto:

“La storia e il legame del Nono è da ascrivere ovviamente alle gesta eroiche compiute durante il Primo e il Secondo Conflitto Mondiale ma il Nono, oltre a essere legato alle radici storiche degli Arditi, è legato alla brigata paracadutisti Folgore. E quindi, in questa mia decisione ho scritto che autorizzo l’uso del basco grigioverde, ma desidero – e quindi spero (ma il mio desiderio è anche del comandante della brigata) – che non venga disatteso o tagliato il legame fondamentale con la Folgore. I legami e i percorsi fatti insieme rappresentano anche questo. Poi, siccome suggerisco, ma non è un diktat, mi piacerebbe che nella parata del 2 giugno e in qualsiasi manifestazione formale si possa gridare, fortemente, prima o dopo sceglietelo voi, Arditi! e Folgore!. Nessuno potrà farlo, solo voi. Credo che sia una cosa bella che vi potrà distinguere ancora di più”.

Così oggi 2 giugno come auspicato dal Capo di Stato Maggiore il “Nono” ha sfilato davanti al Presidente della Repubblica sfoggiando il glorioso basco grigioverde appartenuto per primo ai reparti Arditi che si coprirono di gloria durante i sanguinosi assalti alle trincee austro-ungariche durante il primo conflitto mondiale. Chi volesse approfondire la fondazione del celebre e glorioso corpo degli “Arditi”, fondato il 29 luglio del 1917, può leggere il nostro post ad essi dedicato:

29 luglio 1917 nascono gli Arditi

Ricordiamo che il “ritorno” al grigioverde è in realtà il secondo in quanto lo stesso venne ripreso la prima volta dal plotone speciale e dalla successiva Compagnia Speciale, embrione delle Forze Speciali dell’Esercito della Repubblica Italiana e successivamente abbandonato nel 1967 a favore del basco amaranto proprio di tutti i reparti paracadutisti.

Prima di chiudere il nostro post due parole sul reggimento. Comunemente chiamato “il nono”, è il reparto di Incursori dell’Esercito composto da personale specificatamente selezionato e formato, particolarmente addestrato ed equipaggiato per condurre l’intero spettro dei compiti tipici delle “Operazioni Speciali” e specificatamente designata e qualificata per condurre talune attività di rilevanza strategica nazionale.

La Bandiera di Guerra del 9° reggimento d’assalto paracadutisti “Col Moschin” è decorata di due Ordini Militari d’Italia, una Medaglia d’oro al Valore dell’Esercito, tre d’Argento al Valor Militare e una d’Argento al Valore dell’Esercito. La festa del reggimento cade il 16 Giugno, data in cui ricorre l’anniversario della battaglia del Col Moschin (16 giugno 1918) in occasione della quale gli Arditi del IX Reparto d’assalto scrissero una delle pagine più eroiche della Grande Guerra.

Il reggimento opera alle dipendenze del Comando delle Forze Speciali dell’Esercito (COMFOSE) ed è di stanza a Livorno. Grazie per aver letto con tanta pazienza il nostro post, con la speranza che vogliate continuare a seguirci anche in futuro Vi salutiamo e diamo appuntamento al prossimo.

 

 

Annunci

2 risposte »

  1. Fiero di aver conosciuto ,dei para del 9 col moschin , distaccamento a verona caserma passalacqua , essendo un semplice artigliere , autusta .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.