2^ G.M. I bollettini di Guerra

I bollettini di guerra del 21 maggio 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando in un unico post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 350

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 21 maggio 1941:

Nell’Africa settentrionale, sul fronte di Sollum ed attorno a Tobruk, attività di elementi esploranti nostri ed avversari. Nei tentativi di sortita dei giorni scorsi gli inglesi hanno subito perdite gravi in uomini e materiali. Nella notte sul 20, velivoli tedeschi hanno bom­bardato la base di Malta: sono state centrate postazioni di batterie e di riflettori causando distruzioni ed incendi. Due velivoli nemici sono stati incendiati al suolo. In combattimento aereo un velivolo britannico é stato abbattuto.

Nel Mediterraneo orientale nostri aerei siluranti hanno colpito con siluro un incrociatore di 10 mila ton­nellate.

Nessuna novità di rilievo nell’Africa orientale.

Il nostro sommergibile Malaspina al comando del tenente di vascello Giu­liano Prini ha affondato in Atlantico il piroscafo nemico Lycaon di 7.750 tonnellate.

  • Bollettino n. 719

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 21 maggio 1942:

Ricognitori e bombardieri dell’Asse hanno svolto intensa attività in Africa settentrionale e su Malta; uno Spitfire è stato abbattuto in combattimento.

Nel Mediterraneo orientale nostri velivoli hanno ripetutamente col­pito con bombe e gravemente danneggiato un mercantile di medio tonnellaggio.

In Atlantico, operando nei pressi delle coste americane, i nostri som­mergibili hanno conseguito nuovi successi: uno di essi al comando del capitano di corvetta Enzo Grossi, ha affondato una petroliera di 12 mila tonnellate navigante a pieno carico ed un piroscafo di 10 mila tonnellate; un altro, comandato dal tenente di vascello Mar­co Revedin, ha colato a picco un piroscafo di 7 mila tonnellate.

  • Bollettino n. 719

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 21 maggio 1943:

Nostri velivoli hanno bombardato nella scorsa notte gli impianti por­tuali di Biserta e silurato nelle acque tunisine un cacciatorpediniere. L’aviazione nemica effettuava ieri incursioni su Grosseto, Messina, Pantelleria e su località della Sardegna.

Dalle batterie dell’isola di Pantelleria venivano distrutti 7 apparec­chi: un altro, pure raggiunto dal tiro contraereo, precipitava in mare nei pressi di Augusta.

Nel cielo della Sardegna cacciatori italiani abbattevano in combat­timento un quadrimotore e 2 bimotori e ugual sorte subivano, ad opera della caccia germanica, due altri aerei avversari.

Nelle incursioni segnalate dall’odierno bollettino sono state finora accertate le seguenti perdite tra le popolazioni civili: a Grosseto 17 morti e 19 feriti; a Messina un morto e un ferito; in Sardegna (pro­vince di Sassari e Nuoro) 5 morti e 21 feriti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.