2^ G.M. I bollettini di Guerra

Bollettini di guerra 4 maggio 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando nello stesso post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 333

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 4 maggio 1941:

Nel Mediterraneo occidentale nostre formazioni da bombardamento hanno colpito con bombe di grosso calibro un incrociatore nemico.

In Cirenaica continua con successo l’investimento di Tobruk: sono stati nettamente respinti tentativi nemici di contrattacco appoggiati da carri armati. Formazioni aeree italiane e tedesche si sono susse­guite in azioni di bombardamento contro navi alla fonda, fortifica­zioni, batterie e concentramenti di truppe nemiche. Marsa Matruh è stata bombardata. Il nemico ha compiuto incursioni aeree su Tri­poli e Bengasi: qualche danno e alcune vittime. Un bombardiere inglese è stato abbattuto.

Nell’Africa orientale attività di artiglierie nel settore di Amba Alagi

  • Bollettino n. 702

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 4 maggio 1942:

Nostre formazioni aeree, mitragliando attendamenti e colonne di automezzi, hanno inflitto al nemico perdite sensibili; vasti ed intensi incendi sono divampati nelle retrovie avversarie. In altri settori del fronte cirenaico, l’artiglieria ha disperso nuclei che tentavano di avvicinarsi alle nostre posizioni.

L’aviazione dell’Asse è stata attiva nel cielo di Malta, ripetutamente inquadrando gli obiettivi bellici dell’isola. Un nostro sommergibile non è rientrato alla base. Le famiglie sono già state avvertite. Nel Mediterraneo è fallito un attacco di velivoli inglesi contro un convoglio che, senza alcun danno, ha proseguito la rotta ed è giunto a destinazione.

  • Bollettino n. 1.074

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 3 maggio 1943:

Nella regione settentrionale tunisina le truppe dell”Asse hanno sgom­berato la località di Mateur; sul rimanente fronte saltuarie azioni di artiglieria e vivace attività di reparti avanzati.

Centri logistici dell’avversario sono stati battuti, in attacchi notturni, da formazioni della nostra arma aerea.

Una nostra corvetta al comando del capitano di corvetta Alberto Ceccacci da Ancona ha affondato un sommergibile nemico. Il co­mandante, 5 ufficiali e 41 uomini dell’equipaggio sono stati catturati

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.