Bollettini di guerra 10 aprile 1941-42-43

Il Bollettino del Quartier Generale delle Forze armate venne diramato in Italia a partire dall’ 11 giugno 1940, giorno in cui venne emesso il n° 1, fino al tragico 8 settembre 1943, per un totale di 1.201 comunicati. Esso, come venne indicato nelle disposizioni ufficiali, a partire dal 15 giugno 1940, sarà diramato alle ore 13 e conterrà tutto quanto concernente lo svolgimento delle operazioni sino alle ore 24 del giorno precedente.

Il 19 novembre 1940 venivano diramate con il Foglio di disposizioni n. 5 del P.N.F. le direttive riguardo al contegno da tenere durante l’ascolto del Bollettino di guerra, che prescriveva fra l’altro:

Nei pubblici ritrovi, allorchè viene trasmesso per radio il Bol­lettino di guerra, i fascisti presenti lo ascoltino in piedi. Il pubblico non tarderà a uniformarsi a questa esempio di compren­sione e di stile.

Noi abbiamo scelto di pubblicare gli stessi, raggruppando nello stesso post tutti i bollettini emessi in quel giorno specifico, per tutti gli anni del conflitto mondiale.

  • Bollettino n. 307

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 10 aprile 1941:

Sul fronte giulio è continuata l’avanzata delle nostre truppe in val Sava, oltre Kranjska Gora.

In Albania, sul fronte jugoslavo, azioni nemiche nello Scutarino sono state stroncate; sono stati catturati numerosi prigionieri. Nostre colonne avanzano in territorio jugo­slavo verso est, per incontrarsi con le colonne tedesche.

Sul fronte greco, nessuna novità di rilievo. Formazioni aeree nazionali hanno bombardato truppe ed automezzi avversari nella zona di Bencovazzo (Zara). Gli impianti portuali di Sebenico sono stati nuovamente colpiti dai nostri reparti da bombardamento.

Reparti da caccia hanno mitragliato apprestamenti difensivi e truppe sul fronte jugoslavo -albanese, ed hanno attaccato a volo radente presso Slosella (Zara) dieci idrovolanti alla fonda, quattro dei quali sono stati distrutti; gli altri sono stati gravemente danneggiati. Aerei nemici hanno sorvo­lato Zara, lanciando alcune bombe e causando qualche danno.

In Cirenaica, il nemico tenta invano di sfuggire all’accerchiamento compiuto dalle forze italo – tedesche, che muovendo presso la costa ed a sud del Gebel, si sono congiunte oltre Derna. Il bottino dei materiali catturati è notevole. Tra i prigionieri sono stati accertati oltre 2000 uomini con sei generali e vari ufficiali superiori. Nostri reparti aerei hanno colpito navi nemiche ed hanno provocato violenti incendi nel porto di Tobruk: due nostri velivoli sono mancanti; un velivolo inglese è stato abbattuto.

Nell’Africa orientale, sotto la pres­sione delle preponderanti forze nemiche, dopo valorosa difesa, Mas­saua è caduta. Il porto è stato ostruito. Gli impianti distrutti. Nel Mediterraneo orientale, un nostro sommergibile al comando del te­nente di vascello Domenico Romano ha silurato un incrociatore ne­mico del tipo Liverpool.

  • Bollettino n. 678

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 10 aprile 1942:

Nuovi scontri di elementi avanzati si sono risolti, in Cirenaica, a nostro completo vantaggio.

Nel corso delle operazioni di rastrellamento nel Sahara libico è stata accertata la distruzione di altri mezzi corazzati nemici.

In una serie di brillanti azioni l’aviazione ha recato danni conside­revoli a centri logistici delle retrovie avversarie; cacciatori tedeschi impegnatisi contro forti reparti similari hanno abbattuto quattro Curtiss; altro apparecchio, colpito dalla difesa contraerea di Gialo, precipitava nei pressi dell’oasi.

Anche su Malta grosse formazioni dell’Asse hanno rinnovato pode­rosi attacchi, battendo con successo le opere portuali e navali dell’isola e sconvolgendone gli apprestamenti bellici: Cinque velivoli sono stati distrutti in combattimento dalla caccia germanica.

  • Bollettino n. 1.050

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 10 aprile 1943:

In Tunisia la persistente pressione nemica viene contenuta dalle forze italiane e germaniche che effettuano ordinatamente i movi­menti predisposti.

Le sfavorevoli condizioni atmosferiche hanno ieri grandemente li­mitato l’attività delle opposte aviazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...