2^ G.M. I bollettini di Guerra

Jugoslavia e Bulgaria aderiscono al Patto Tripartito

Il 25 marzo del 1941  a Vienna, presente il suo ministro degli Esteri Cinkar Markovič, il presidente del Consiglio del Regno di Jugoslavia Dragisa Cvetkovič firma il trattato di adesione del suo paese al Patto Tripartito. Nello stesso giorno anche il Regno di Bulgaria aderisce al Patto firmato il precedente 27 settembre del 1940 fra i Governi di Germania, Italia e Giappone.

Il testo dello stesso recitava:

I Governi di Germania, Italia e Giappone, convinti che la condizione necessaria per garantire una pace duratura debba essere il riconoscimento del diritto all’esistenza per tutti i popoli del mondo, hanno deciso di unire i loro sforzi in Europa e in Asia Orientale allo scopo primario di costruire e mantenere un Nuovo Ordine che favorisca la prosperità e il benessere di quegli stessi popoli.

E’ inoltre desiderio dei tre Governi estendere tale cooperazione a tutti quei Paesi di altre aree geografiche del mondo che siano disposti, secondo una linea comune, a produrre ogni sforzo necessario affinché la grande aspirazione di raggiungere una pace mondiale possa essere realizzata.

Conseguentemente, i governi di Germania, Italia e Giappone hanno concordato quanto segue:

ARTICOLO 1.
Il Giappone riconosce e rispetta la leadership di Germania e Italia nello stabilire un nuovo ordine in Europa.

ARTICOLO 2.
Germania e Italia riconoscono e rispettano la leadership del Giappone nello stabilire un nuovo ordine nell’Est dell’Asia.

ARTICOLO 3.
Germania, Italia e Giappone concordano di collaborare insieme ed unire i loro sforzi secondo le linee suddette. Esse inoltre si impegnano ad aiutarsi vicendevolmente con tutti i mezzi politici, economici e militari di cui dispongono qualora una delle tre Nazioni firmatarie di questo accordo venisse attaccata da una potenza attualmente non coinvolta nella guerra in Europa o nel conflitto Cino-Giapponese.

ARTICOLO 4.
Allo scopo di rendere operativo questo Patto, commissioni tecniche congiunte, i cui membri verranno nominati dai rispettivi Governi di Germania, Italia e Giappone, si riuniranno al più presto.

ARTICOLO 5.
Germania, Italia e Giappone congiuntamente dichiarano che i termini del presente accordo non influenzeranno in alcun modo le relazioni politiche attualmente esistenti tra ciascuna delle tre potenze firmatarie e la Russia Sovietica.

ARTICOLO 6.
Il presente Patto, dopo la sua firma, entrerà in vigore con effetto immediato e avrà la durata di 10 anni a partire dalla data in cui verrà sottoscritto. Prima della scadenza di tale termine, le parti contraenti si incontreranno per negoziarne il rinnovo.

In fede, i sottoscritti regolarmente autorizzati dai loro rispettivi governi, hanno firmato questo patto e hanno apposto qui le loro firme.

Fatto in triplice copia a Berlino, il 27° giorno di Settembre 1940, 19° anno dell’era fascista, corrispondente al 27° giorno del 9° mese del 15° anno dello Showa (il regno dell’Imperatore Hirohito).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.