2^ G.M. Africa Settentrionale

Gariboldi nuovo governatore della Libia

Il 21 marzo 1941 il generale Italo Gariboldi prende effettivo possesso della sua nuova carica di governatore della Libia e di comandante in capo delle forze italiane in Africa settentrionale in sostituzione del maresciallo d’Italia Rodolfo Graziani, esautorato a seguito della tragica sconfitta della 10ª armata conclusasi con la battaglia di Beda Fomm.

Gariboldi che aveva sostituito lo stesso Graziani nella carica di Comandante superiore in A.S.I. l’11 febbraio diventava il 21 marzo anche governatore della Libia, cumulando le cariche che erano state in precedenza del maresciallo dell’aria Italo Balbo e poi dello stesso Graziani che aveva sostituito il quamdrunviro della marcia su Roma morto per fuoco amico nei cieli di Tobruch il 28 giugno del 1940.

Chi volesse approfondire l’episodio della morte del maresciallo Balbo può leggere il nostro post che trova al seguente link:

28 giugno 1940 La morte del Maresciallo dell’Aria Italo Balbo

Gariboldi lascerà il doppio incarico già il 19 luglio del 1941 a seguito dei profondi dissidi con il generale tedesco Erwin Rommel, che formalmente dipendeva da Gariboldi. Il profondo dissidio riguardava il fatto di attendere  i previsti rinforzi, tra cui la 15ª Panzer Division prima di attaccare nuovamente le forze inglesi, posizione ribadita più volte da Gariboldi ma non condivisa da Rommel.

I contrasti aumentarono via via, ma Rommel avanzava e i comandi di Roma nonostante una certa prudenza vedevano Gariboldi come un ostacolo all’avanzata. Il generale protestò violentemente con il Capo di Stato Maggiore generale Ugo Cavallero. e come risposta il 20 luglio, su decisione presa dal Capo di stato maggiore del Regio Esercito, generale Mario Roatta, dovette lasciare l’incarico gli incarichi al generale Ettore Bastico, rientrando in Italia a disposizione del Comando Supremo.

Quanto a Graziani la sconfitta lo portò a ritirarsi a vita privata ad Anagni rimanendo fino alla data dell’8 settembre 1943, giorno dell’armistizio senza nessun incarico. A seguito della proclamazione della Repubblica Sociale Italiana, assumerà non senza tentennamenti la carica di Ministro della Difesa, e successivamente comandante dell’Armata Ligurai che conserverà fino a fine conflitto.

Grazie per aver letto con tanta pazienza il nostro post, con la speranza che vogliate continuare a seguirci anche in futuro Vi salutiamo e diamo appuntamento al prossimo.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.