2^ G.M. I bollettini di Guerra

Bollettini di guerra 18 febbraio 1941-42-43

  • Bollettino n. 256

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 18 febbraio 1941:

Sul fronte greco, nel settore dell’11a Armata, sono continuati per tutta la giornata di ieri aspri combattimenti, durante i quali il ne­mico ha subito perdite molto elevate, senza spostare le nostre linee. Anche le nostre perdite sono state sensibili. Le nostre formazioni aeree hanno cooperato durante tutta la giornata con le nostre truppe nel campo tattico, bombardando e mitragliando i reparti nemici. Squadriglie del Corpo Aereo Tedesco hanno effettuato azioni di bombardamento sulle retrovie e sulle basi logistiche del nemico, in Cirenaica. Nell’Egeo, aerei nemici hanno sorvolato le isole del Pos­sedimento, lanciando bombe incendiarie e dirompenti. Nell’Africa orientale, sul fronte eritreo, azioni di carattere locale.

Sul fronte del Kenia, una nostra colonna ha volto in fuga carri ar­mati ed automezzi nemici. Nel basso Giuba, violenti attacchi nemici per forzare il fiume, sono stati respinti. Dopo avere completamente ostruito il porto, le nostre truppe somale di copertura hanno eva­cuato la base di Chisimaio, nel cui settore si continua a combattere. L’Aeronautica dell’Impero, per il contributo di ardire e di sangue dato generosamente dall’inizio delle operazioni e particolarmente per l’audacia e il sacrificio prodigati nel cielo delle recenti battaglie, si è meritata l’ammirazione del Popolo Italiano.

  • Bollettino n. 627

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 18 febbraio 1942:

Nella zona a sud – est di Mechili scontri fra opposti elementi esplo­ranti: una diecina di mezzi blindati nemici sono stati distrutti. Unità aeree italiane e tedesche hanno bombardato la piazza di To­bruk e un campo di aviazione presso Marsa Matruh, mitragliato e spezzonato notevoli autotrasporti di truppe e di rifornimenti; ac­certate sensibili perdite avversarie in uomini e materiali. Quattro nostri caccia, impegnati in azioni precedenti, non sono ritornati. Per una incursione aerea ieri subita da Bengasi, alcuni fabbricati han­no riportato danni non gravi.

Gli aeroporti di Malta sono stati nuovamente ed efficacemente bom­bardati da velivoli germanici; in duello aereo un apparecchio Wel­lington è stato abbattuto.

Un incrociatore inglese della classe « Cairo » (4300 t.), segnalato co­me danneggiato dall’azione di un nostro aerosilurante contro il con­voglio di cui al bollettino n. 624, risulta successivamente affondato.

  • Bollettino n. 999

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 18 febbraio 1943:

In Tunisia le truppe dell’Asse hanno occupato altre posizioni nemi­che, respingendo poi un contrattacco avversario, appoggiato da mez­zi corazzati.

Nel cielo tunisino 4 aerei nemici venivano abbattuti: 3 dal tiro di reparti terrestri, uno dalla caccia.

A nord di Algeri velivoli germanici attaccavano un convoglio scor­tato, affondando un piroscafo di 8.000 tonnellate e danneggiandone un altro di eguale stazza.

Aeroplani americani hanno lanciato bombe dirompenti ed incendia­rie su Cagliari, Quartu S. Elena e Gonnosfanadiga, causando gravi danni ad abitazioni civili e vittime fra la popolazione: sono stati finora segnalati 100 morti e 235 feriti. Attaccati dai nostri cacciatori, 3 dei velivoli incursori precipitavano presso Sanassi, nei dintorni di Maramines ed a ponente dell’isola di S. Pietro; 12 aviatori, lancia­tisi con il paracadute, venivano catturati.

Al largo di Catania uno Spitfire, centrato dal fuoco di un nostro bombardiere, cadeva in mare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.