Bollettini di guerra 17 novembre 1940-41-42

  • Bollettino n. 163

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 17 novembre 1940:

Sul fronte greco si sono svolti nella giornata di ieri attacchi e con­trattacchi, specialmente accaniti nel settore della 9.a Armata. La no­stra aviazione, in stretta cooperazione con le truppe, ha bombardato rotabili, ferrovie, posizioni nemiche, postazioni d’artiglieria, provo­cando incendi ed esplosioni, interrompendo le vie di comunicazione, colpendo concentramenti di truppa. Un nostro velivolo non è rien­trato. Nostre formazioni aeree hanno bombardato le opere portuali di Suda (Candia) ed il porto di Alessandria d’Egitto.

Nell’Africa settentrionale la nostra aviazione ha bombardato le basi aeree nemiche di el Dabà e Maaten Bagush dove si è sviluppato un vasto incendio, gli impianti di Marsa Matruh e la ferrovia tra que­st’ultima località e Bir Amasin. Un treno merci in movimento, com­posto di una trentina di carri, è stato colpito in pieno da bombe e da raffiche di mitragliatrici ed incendiarie. Baraccamenti ed una trentina di mezzi meccanizzati nemici sono stati attaccati a volo ra­dente con azione di mitragliamento e di spezzonamento ad Alam el Islaguiya (40 chilometri a sud di Sidi el Barrani), subendo gravis­simi danni ed incendi.

Aerei nemici, accolti dalla pronta e precisa reazione contraerea, han­no lanciato bombe disordinatamente su Sollum, Bardia, Derna, Bom­ba e Bengasi causando complessivamente due feriti e nessun danno materiale.

Un velivolo nemico tipo Lysander è stato abbattuto in fiamme dalla nostra caccia; nella foga dell’inseguimento a volo radente un nostro velivolo da caccia si è, distrutto urtando il suolo. Dall’A.O.I. una nostra formazione aerea ha bombardato gli impianti di Porto Sudan; attaccata dalla caccia nemica ha abbattuto un velivolo tipo Gloster. Incursioni nemiche su Decamerè, Asmara e Massaua non hanno causato vittime ne danni. A Massaua un velivolo nemico è stato ab­battuto. Aerei nemici hanno lanciato bombe su Bari, causando due feriti e danni quasi insignificanti e su Monopoli, causando un morto e demolendo alcune case di abitazione.

  • Bollettino n. 533

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 17 novembre 1941:

Sui fronti dell’Africa settentrionale nulla di notevole da segnalare. Giornata calma anche sul fronte di Gondar dopo gli aspri combat­timenti segnalati.

L’aviazione nemica ha lanciato bombe sulla città di Derna: alcuni fabbricati hanno riportati danni ed un ospedale è stato colpito; nes­suna vittima. In Marmarica, un aereo nemico è stato abbattuto in fiamme.

  • Bollettino n. 906

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 17 novembre 1942:

In Cirenaica, fra Derna e Bengasi, si sono svolti nella giornata di ieri accaniti combattimenti.

Nel corso di un’azione di nostri cacciatori su di un aeroporto occu­pato dall’aviazione nemica, nell’Africa settentrionale francese, alcu­ni apparecchi venivano incendiati al suolo. Colonne avversarie in marcia sono state mitragliate con visibili risultati.

Lungo le coste algerine una formazione di aerosiluranti italiani at­taccava un convoglio nemico fortemente scortato affondando due piroscafi di medio tonnellaggio.

Un nostro sommergibile al comando del tenente di vascello Carlo Forni, ha forzato l’entrata nella rada di Bona ed ha gravemente danneggiato a cannonate un grosso mercantile nemico.

Dalle operazioni di guerra della giornata, 6 nostri velivoli non hanno fatto ritorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...