2^ G.M. I bollettini di Guerra

Il Duce riassume la guida del fascismo in Italia

Verso le 11 del 15 settembre 1943 Mussolini che, il giorno prima aveva raggiunto la “tana del lupo”, il quartier generale di Hitler sul fronte orientale, ha un secondo, lungo colloquio con Hitler, in cui, verosimilmente, si discutono i rapporti che dovranno caratterizzare il nuovo stato fascista nei riguardi della Germania.

Sarà il loro ultimo incontro, poi il rapido deteriorsarsi della situazione su tutti i fronti e la ormai certa sconfitta, impediranno ulteriori incontri. Dallo stesso emerge che, nel loro aspetto formale, non sono intervenuti mutamenti nelle relazioni fra i due.

All’ostinato lealismo di Hitler si deve la liberazione del suo amico Mussolini; il legame emotivo è sopravvissuto alla distruzione dell’Asse. Hitler dichiara che ora:

“Dobbiamo vincere la guerra. Vinta la guerra l’Italia sarà ristabilita nei suoi diritti. La condizione fondamentale è che il Fascismo rinasca e faccia giustizia di chi ha tradito”.

La replica di Mussolini è che a fianco al fascismo deve risorgere l’esercito italiano mentre per Hitler il processo deve essere diverso perché, sull’esempio tedesco, l’esercito deve nascere dal nuovo fascismo. Il risultato degli incontri si sintetizza nel raggiungimento di un accordo sulla immediata formazione di un nuovo governo fascista.

Terminati i colloqui Mussolini, decide di rimanere momentaneamente in Germania per mettere a punto i primi ingranaggi della macchina amministrativa.

In serata la nuova agenzia di stampa romana diffonde via radio un comunicato:

“Benito Mussolini ha ripreso oggi la suprema direzione del fascismo in Italia”.

Notizia poco dopo replicata dall’agenzia ufficiosa tedesca che aggiunge che il Duce ha emanato oggi 15 settembre 1943, i seguenti cinque ordini del giorno del Governo:

O.d.G. del Governo n°1
“Ai fedeli camerati di tutta Italia.
Da oggi, 15 settembre 1943, assumo nuovamente la suprema direzione del Fascismo in Italia”.

O.d.G. del Governo n°2
Nomino Alessandro Pavolini alla carica provvisoria di Segretaria del Partito Nazionale Fascista, che, da oggi, si chiamerà Partito Fascista Repubblicano”.

O.d.G. del Governo n°3
Ordino che tutte le autorità militari, politiche, amministrative e scolastiche, nonché tutte quelle che vennero esonerate dalle loro funzioni da parte del governo della capitolazione, riprendendo immediatamente i loro posti e i loro uffici”.

O.d.G. del Governo n°4
“Ordino l’immediato ripristino di tutte le istituzioni del Partito con i seguenti compiti:
a) di appoggiare efficacemente e cameratescamente l’Esercito germanico che si batte sul territorio italiano contro il nemico comune;
b) di dare al popolo immediata, effettiva assistenza morale e materiale;
c) di riesaminare la posizione dei membri del Partito, in rapporto al loro contegno di fronte al colpo di Stato della capitolazione e del disonore; punendo esemplarmente i vili traditori”.

O.d.G. del Governo n°5
“Ordino la ricostituzione di tutti i reparti e le formazioni speciali della Milizia Volontaria per la Sicurezza dello Stato”.

Il giorno seguente 16 settembre 1943 verrà emanato il sesto e il giorno successivo l’ultimo ordine del giorno che sotto riportiamo:

O.d.G. del Governo n°6
“Completando gli ordini del giorno precedente ho incaricato il luogotenente generale Renato Ricci del Comando in capo della M.V.S.N.”

O.d.G. del Governo n°7

“Il Partito Fascista Repubblicano libera gli ufficiali delle forze armate dal giuramento prestato al re, il quale, capitolando alle condizioni ben note e abbandonando il suo posto, ha consegnato la nazione al nemico e l’ha trascinata nella vergogna e nelle miseria”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.