2^ G.M. I bollettini di Guerra

“Mentre Roma discute, Palermo è espugnata”.

Poco dopo le 21 del 3 settembre 1982, mentre a bordo di una A112 bianca, rientrava a casa, assieme alla moglie Emanuela Setti Carraro, venne ucciso il generale dei carabinieri, ormai in congedo Carlo Albertto Dalla Chiesa.

Dopo i successi contro le “Brigate Rosse” l’organizzazione eversiva di estrema sinistra, il generale era stato inviato in Sicilia per debellare la mafia, con la carica di Prefetto ma senza i poteri necessari. Quel giorno con oltre 300 colpi kalashnikov la mafia poneva fine alla sua vita, a quella della moglie e l’agente di scorta Domenico Russo.

Poco dopo l’attentato spunto sul luogo dell’attentato, un cartello scritto a mano che recitava:

“Qui è morta la speranze dei palermitani onesti”.

Qui sotto mettiamo il link del video di Rai News: La morte del generale Dalla Chiesa

Carlo-alberto-Dalla-Chiesa

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.