Bollettini di guerra 9 agosto 1940-41-42-43

  • Bollettino n. 61

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 agosto 1940:

Nell’Africa settentrionale, al confine cirenaico, sedici nostri velivoli da caccia impegnavano un furioso combattimento contro ventisette velivoli inglesi. Nonostante la sproporzione numerica, i nostri va­lorosi piloti riuscivano ad abbattere cinque aerei nemici. Dei nostri, due non hanno fatto ritorno alla base. Nella Somalia britannica le nostre truppe hanno occupato Hargheisa.

  • Bollettino n. 431

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 agosto 1941:

In Africa settentrionale, sul fronte di Tobruk, nella notte sull’8, è stato prontamente ricacciato con perdite un attacco nemico che ten­deva ad avvolgere alcuni nostri capisaldi. L’aviazione ha nuovamen­te bombardato impianti portuali ed opere fortificate della Piazza. Sul fronte di Sollum, in uno scontro tra elementi meccanizzati, una pattuglia germanica ha distrutto autoblindo nemiche, infliggendo perdite e catturando prigionieri.

Nostri reparti da caccia hanno attaccato a volo radente a sud – est di Sollum truppe e mezzi meccanizzati britannici. Altre unità aeree hanno bombardato apprestamenti difensivi e rotabili nei pressi di Sidi el Barrani.

Aerei nemici hanno compiuto incursioni su Bengasi e su Tripoli: qualche danno ed alcuni feriti tra la popolazione civile di Tripoli. In Africa orientale vari nostri reparti hanno effettuato audaci sor­tite da capisaldi della piazza di Gondar disperdendo nuclei avver­sari, infliggendo loro perdite e catturando armi. Il nemico ha ripe­tuto incursioni aeree su Gondar, causando qualche danno.

  • Bollettino n. 803

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 agosto 1942:

Nella giornata di ieri si sono svolte, sul fronte dell’Egitto, azioni di elementi esploranti e delle opposte artiglierie.

Due velivoli sono stati distrutti dalle batterie contraeree di nostre grandi unità terrestri.

L’aviazione dell’Asse ha rinnovato attacchi su concentramenti ne­mici di truppe e mezzi ed abbattuto, in combattimento, due Curtiss. Anche su Malta sono continuate le operazioni di reparti aerei ita­liani e tedeschi che hanno bombardato a più riprese le attrezzature belliche di La Valletta, Ta Venezia e Micabba ed inflitto alla R.A.F. la perdita di due Spitfire.

Nostri sommergibili in Atlantico hanno affondato due piroscafi e una petroliera per complessive 24 mila 875 tonnellate.

I sommergibili che hanno affondato queste tre navi sono al coman­do, rispettivamente, del capitano di corvetta Carlo Fecia di Cossato e del tenente di vascello Francesco D’Alessandro. Il totale delle navi da guerra e mercantili, il cui affondamento da parte di nostri som­mergibili in Atlantico, in Mediterraneo, in Mar Rosso e in Mar Nero é stato sicuramente controllato nominativamente nave per nave, su­pera così il milione di tonnellate, avendo raggiunto la cifra di  1 mi­lione 18 mila 971.

  • Bollettino n. 1.171

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 9 agosto 1943:

Nella regione settentrionale della Sicilia i combattimenti proseguono aspri sulle posizioni occupate dalle truppe italiane e tedesche. Centri delle retrovie avversarie sono stati attaccati da nostri veli­voli; nelle acque dell’isola apparecchi germanici hanno colpito effi­cacemente due cacciatorpediniere.

Formazioni anglo – americane navali ed aeree bombardavano ieri, senza gravi conseguenze, località costiere della Sicilia e della Calabria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...