Bollettino di guerra del 17 luglio 1943

Bollettino n. 1148

Il Quartier Generale delle Forze Armate comunica in data 17 luglio 1943:

in Sicilia ed in particolare nelle regioni di Agrigento e di Catania, si è anche ieri accanitamente combattuto: l’avversario, nonostante i forti attacchi sferrati e le elevate perdite subite, non é riuscito a conseguire ulteriori vantaggi.

Reparti aerei da combattimento e d’assalto hanno inflitto alle truppe nemiche, in ripetute azioni a volo radente, gravi danni in uomini e materiali.

Aerosiluranti e bombardieri dell’Asse conducevano vigorose azioni contro navi nemiche nella zona di Capo Passero e in prossimità dei porti di Siracusa ed Augusta: un piroscafo da 7 mila tonnellate, in­cendiato, colava a picco.

La caccia germanica abbatteva nel cielo della Sicilia 16 velivoli dei quali 12 quadrimotori del tipo Liberator.

Incursioni nemiche su Napoli, Bari, Reggio Calabria e Messina non causavano danni d’importanza; limitato il numero delle vittime. Azioni di bombardamento e di spezzonamento di scarso rilievo ve­nivano pure effettuate su La Spezia e su località della Lombardia e dell’Emilia. Sono stati complessivamente distrutti, dalle artiglierie della difesa e dalla caccia, 18 velivoli dei quali 5 tra Messina e Reg­gio Calabria, 3 a Bari, 7 a Napoli, 3 fra Varese e Pavia.

Roma é ,stata sorvolata questa notte da aerei che hanno lanciato vo­lantini di propaganda.

Nelle acque della Sicilia orientale un nostro incrociatore leggero, at­taccato da alcune motosiluranti, ne affondava due e conduceva a termine la sua missione senza aver riportato alcun danno. Un cac­ciatorpediniere nemico è stato silurato da un nostro sommergibile.

A seguito delle incursioni citate dal bollettino odierno, sono state finora accertate le seguenti perdite fra le popolazioni:

— a Napoli 22 morti e 70 feriti;

— a Bari 3 morti e 33 feriti;

— a La Spezia 6 feriti;

— in corso di precisazione quelle di Reggio Calabria e Messina.

Le vittime definitivamente accertate in seguito all’incursione nemica su Livorno salgono a 252 morti e 503 feriti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...